Litio: ecco come sarà il mercato nei prossimi anni - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Litio: ecco come sarà il mercato nei prossimi anni

Litio: ecco come sarà il mercato nei prossimi anni

Lo sviluppo delle auto elettriche in tutto il mondo è diventato dipendente da un minerale fondamentale che serve per le batterie di alimentazione: il litio. La materia prima è scarsa in natura e questo ha generato deficit nell’offerta rispetto al boom eccezionale della domanda, con la conseguenza che nell’ultimo anno il prezzo è quintuplicato. La cosa potrebbe anche essere un freno alla transizione dai veicoli a combustione, proprio nel momento in cui le case automobilistiche stanno spendendo miliardi di dollari per un futuro elettrico e i Governi stanno allestendo piani ambiziosi per accrescere la produzione. Secondo uno studio realizzato da Benchmark Mineral Intelligence, se le quotazioni spot del litio rimangono ai livelli di quelle visti in Cina, il costo per un nuovo veicolo elettrico potrebbe aumentare di 1.000 dollari solo per quella componente. I prezzi più alti quindi potrebbero cominciare a farsi sentire per l’istituto, sebbene preveda che l’offerta sarà reattiva e non si collocherà al di sotto della domanda nei prossimi anni. 

 

 

Tra domanda e offerta, l’importanza di previsioni certe

Le stime generali comunque sono contrastanti, in quanto c’è chi pronostica un surplus dell’offerta da qui al 2025 e c’è chi invece continua a pensare che la domanda sarà eccessiva. In media però le proiezioni vedono una crescita del 20% sia per l’offerta che per la domanda tra il 2021 e il 2025, mentre ad esempio per metalli più maturi come il rame l’aumento dovrebbe essere tra il 2% e il 4%. Tutto ciò rende l’idea della posta in gioco in un mercato che è fortemente in espansione.

Quanto è importante fare proiezioni attendibili sul litio? Moltissimo, in realtà. Le case automobilistiche effettueranno piani industriali sulla base delle valutazioni delle vendite future delle auto, che inevitabilmente dipenderanno da come si presenterà il mercato dell’approvvigionamento. Anche gli istituti di credito decideranno sui finanziamenti ai progetti minerari in funzione di quanto potrà crescere la domanda e l’offerta di litio. 

Differenze troppo marcate potranno generare forti oscillazioni nei prezzi del metallo e con questo infondere incertezza a tutto l’indotto. Attualmente ancora la divergenza è netta, con previsioni di domanda che vanno da un minimo di 502.000 tonnellate a un massimo di 1,25 milioni di tonnellate, uno spread troppo ampio per avere un’idea di precisa di come si potrà evolvere il mercato.

 

 

Litio: 2 ragioni per cui il deficit di offerta potrà continuare

L’impegno affinché si trovi un equilibrio e si impedisca che le auto elettriche si trovino a corto di rifornimenti è molto alto in questo momento. Tuttavia, vi sono almeno 2 fattori che fanno pensare che per ancora un pò di tempo l’offerta non sarà in grado di contenere la crescita esorbitante della domanda. 

Il primo riguarda il ritardo nei progetti minerari. Secondo McKinsey & Co., l’80% di tali progetti arriva con una tempistica non proprio perfetta e inoltre supera il budget assegnato. Questo perché molte iniziative sono state portate avanti da minatori di più ridotte dimensioni, che non hanno né l’esperienza né i flussi di entrate su cui poggiarsi delle majors del settore. Al riguardo Bank of America ritiene che ci siano tante tonnellate di litio da immettere sul mercato e i minatori in realtà stanno iniziando adesso un cambio di marcia, quindi in notevole ritardo con quello che chiede il mercato. 

Il secondo fattore è di carattere ambientale. Il litio è un elemento chiave per la transizione verde, ma i rischi ambientali nelle forniture esistono. A gennaio ad esempio la Serbia ha stoppato una miniera da 2,4 miliardi di dollari di Rio Tinto dopo una reazione a livello nazionale sulle potenziali conseguenze per l’atmosfera. E il Cile, che è uno dei Paesi dotati delle più grandi riserve di litio al mondo, è in ballo con pressioni politiche su tutta l’industria mineraria.

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *