Newlat Food: Intesa Sanpaolo alza il target price, cosa fare con l’azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Newlat Food: Intesa Sanpaolo alza il target price, cosa fare con l’azione?

In una fabbrica alimentare, lungo un nastro, scorrono delle bottiglie di latte

Newlat Food ha annunciato che acquisterà il gruppo inglese Princes da Mitsubishi Corporation per 700 milioni di sterline (820 milioni di euro): 650 milioni in contanti e 50 in azioni Newlat Food. Al completamento dell’operazione (closing previsto a luglio) Newlat Food cambierà nome in New Princes Group. La nuova realtà ha un fatturato di 2,8 miliardi di euro, 31 stabilimenti, circa 8.800 dipendenti e 30 brand. Il piano industriale prevede una crescita organica del fatturato con un tasso cagr del 3%, raggiungendo 3,34 miliardi nel 2030 e utile netto sopra i 100 milioni.

Analisti e mercato hanno da accolto positivamente l’operazione: in un solo mese le azioni sono salite di circa l’85%. Intesa Sanpaolo ha alzato da 7,7 a 14,8 euro il target price, confermando la raccomandazione buy. Secondo gli analisti “l’acquisizione di Princes è un game changer per Newlat Food, che sta diventando un operatore da 2,8 miliardi di euro di ricavi, raddoppiando la sua offerta di categorie di prodotto in segmenti complementari e rafforzando il know-how manifatturiero grazie a un totale di 31 impianti. Vediamo anche spazio per sinergie dal punto di vista degli acquisti, della produzione e commerciale, oltre ad alcuni risparmi di costi e di struttura che sono pienamente visibili”.

 

Azioni Newlat Food: quotazioni al massimo storico

Le azioni Newlat Food potrebbero essere impostate al ribasso nel breve termine, nonostante la performance molto positiva registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 12,86.

Dopo il minimo toccato lo scorso 17 aprile sul livello 5,56, l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta prima con un moderato movimento rialzista e poi, a partire dalla fine di maggio, con un vero e proprio rally che ha permesso ai corsi di raggiungere un massimo storico a quota 13,16 venerdì scorso. Praticamente +128% in poco più di due mesi.

Ora però il rialzo appare avere il fiato corto, avendo il titolo corso davvero troppo in poco tempo. Quindi diventa necessaria una fase di ritracciamento che consolidi gli ottimi risultati fin qui ottenuti e che permetta agli operatori di entrare sul mercato a prezzi più convenienti. Comprare adesso sui massimi, infatti, appare rischioso oltre che psicologicamente difficile, anche perché, trovandosi il grafico in un terreno inesplorato, non sono individuabili target credibili.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è al momento da sconsigliare, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte già alla violazione di quota 12,12 con obiettivo molto vicino al livello 10,92. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono rialzisti da metà maggio. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di ipercomprato vicino al livello 72.


L’andamento di breve termine del titolo NEWLAT FOOD

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *