Nichel: scambi ripartiti al LME ma 3,9 miliardi di transazioni annullate
Cerca
Close this search box.

Nichel: scambi ripartiti al LME ma 3,9 miliardi di transazioni annullate

Nichel: scambi ripartiti al LME ma 3,9 miliardi di transazioni annullate

Da mercoledì 16 marzo nel London Metal Exchange il trading sul nichel è ripreso, dopo 6 giorni di sospensione. Non senza problemi, però. Ieri il trading era stato bloccato da un problema tecnico che aveva consentito ai prezzi di precipitare oltre il limite giornaliero fissato dalle nuove regole. Mentre stamattina diversi ordini sono stati rifiutati prima dell’apertura perché il gestore non ha adeguato il limite massimo di oscillazione del prezzo della materia prima che aveva modificato ieri sera, portandolo dal 5% all’8%.

Le contrattazioni erano state bloccate l’8 marzo dopo che episodi di short squeeze avevano spinto le quotazioni della materia prima oltre i 100.000 dollari a tonnellata, con uno spike del 250% in 2 giorni. Una cosa che non si era mai vista nel mercato del nichel e che ha convinto l’LME ad annullare 3,9 miliardi di dollari di transazioni riguardo il future a 3 mesi, prendendo a riferimento l’ultimo prezzo di chiusura del giorno antecedente a 48.078 dollari. 

Questo non ha comunque impedito al più grande produttore del mondo di nichel, il gigante cinese Tsingshan Holding Group di accumulare miliardi d dollari di perdite e di finire in margin call. All’inizio di questa settimana, Tsingshan ha raggiunto un accordo in via provvisoria con alcune grosse banche tra cui JP Morgan, Standard Chartered e BNP Paribas, che hanno accettato di non chiudere le posizioni ribassiste dell’azienda cinese e nemmeno di richiedere ulteriore margine. 

In questo modo si è dato il tempo di formulare una struttura di prestito per consentire a Tsingshan di coprire l’esposizione per miliardi di dollari sul nichel. L’LME al riguardo ha riferito che l’accordo sospensivo ha avuto lo scopo di evitare che alla riapertura delle contrattazioni si scatenasse nuovamente un’azione selvaggia sui prezzi. L’exchange inoltre sta effettuando un’indagine interna informale per capire se tra i partecipanti vi siano stati comportamenti abusivi che hanno contribuito a far impazzire il mercato durante la scorsa settimana.

 

Nichel: le nuove regole di contrattazione nell’LME

La riapertura degli scambi nella giornata di mercoledì è stata segnata da nuove regole indirizzate ad attenuare le oscillazioni del nichel. L’LME ha consentito un aumento o diminuzione delle quotazioni del 5%, poi portato all’8% in serata, e la seduta sarà più breve, in quanto inizia alle 8:00 ora di Londra. Inoltre, i broker dovranno condividere maggiori informazioni riguardo le posizioni detenute dai loro clienti, sia in merito alle contrattazioni in Borsa che fuori Borsa. 

L’exchange ha affermato di aver apportato questi cambiamenti perché, in un particolare contesto geopolitico, i partecipanti hanno espresso preoccupazione per i movimenti di prezzi estremi e improvvisi. Alcuni trader hanno contestato il fatto che il London Metal Exchange abbia aspettato fino alla mattina di martedì 8 marzo prima di interrompere le contrattazioni, trascurando il fatto che il giorno prima il prezzo del nichel era balzato del 66%. Quando altre Borse come quella di Shangai fissano limiti giornalieri sullo spostamento delle quotazioni. 

La sospensione comunque, presto o tardi che sia arrivata, ha evitato un caos maggiore di quello che si è osservato. Al riguardo Boris Ivanov, fondatore di Emiral Resources, ha affermato che vi sarebbero stati enormi problemi di liquidità per coprire la richiesta di margine da parte dei broker se non fosse stato stoppato il trading. Ciò avrebbe significato il profilarsi di un default totale che avrebbe avuto gravi ripercussioni per l’LME, i membri partecipanti e anche tutti gli operatori commerciali che in tutto il mondo fanno riferimento alle quotazioni nell’exchange.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *