Ordini professionali: tutti quelli attivi in Italia - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Ordini professionali: tutti quelli attivi in Italia

Un uomo sta guardando il suo cellulare

Dall’area giuridica a quella economico-sociale passando per le aree tecnica, socio-sanitaria e turistico-sportiva, quali sono gli ordini professionali attivi in Italia? L’elenco è lungo e complesso, non include alcune professioni organizzate (come gli agenti di cambio e i procuratori di Borsa: l’Ordine è stato abolito alla fine degli anni Novanta) ed è aperto a novità che arrivano dall’allineamento agli standard europei, come la recente istituzione dell’Ordine dei pedagogisti e degli educatori socio-pedagogici.

 

Ordini professionali attivi in Italia: l’elenco competo

Gli ordini professionali sono le istituzioni di autogoverno delle libere professioni, nate sulla scorta delle corporazioni delle arti e mestieri. Costituite per tutelare le cittadine e i cittadini sulle prestazioni eseguite dai professionisti specializzati, funzionano come enti autonomi non economici riconosciuti dallo Stato. Gli iscritti vengono registrati in un albo professionale che determina anche una cassa previdenziale, devono rispettare requisiti specifici per l’iscrizione (legati al titolo di studio o al superamento di un esame) e un codice deontologico stilato dai consigli dell’ordine.

Nella maggior parte dei casi, l’iscrizione all’ordine è obbligatoria per svolgere la professione e porta ad una serie di vantaggi, su tutti la cassa pensionistica dedicata. I costi da sostenere per far parte dell’albo variano da ordine ad ordine: in genere alla quota di iscrizione annuale si aggiungono i contributi previdenziali per la cassa d’appartenenza, per un ammontare stabilito dall’ordine stesso. In Italia si contano 30 ordini professionali. Ecco l’elenco:

 

  • CDL – Consulenti del Lavoro
  • CNAPPC – Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
  • CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili
  • CNF – Consiglio Nazionale Forense
  • CNG – Consiglio Nazionale dei Geologi
  • CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri
  • CNN – Consiglio Nazionale del Notariato
  • CNOAS – Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali
  • CNOP – Consiglio Nazionale Ordine Psicologi
  • CNOTA – Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari
  • CNPA – Collegio Nazionale dei Periti Agrari
  • CNPI – Consiglio Nazionale dei Periti Industriali
  • CNSD – Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali
  • Collegio Nazionale Agrotecnici
  • COLNAZ – Collegio Nazionale Maestri di Sci Italiani
  • CONAF – Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali
  • CoNaGAI – Collegio Nazionale Guide Alpine Italiane
  • FNCF – Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
  • FNO TSRM e PSTRP – Federazione Nazionale Ordini dei Tecnici Sanitari Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione
  • FNOB – Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi
  • FNOMCeO – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
  • FNOPI – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche
  • FNOPO – Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica
  • FNOVI – Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani
  • FOFI – Federazione Ordini Farmacisti Italiani
  • Geometri CNG – Consiglio Nazionale Geometri
  • ODG – Ordine dei Giornalisti
  • Ordine dei Consulenti in Proprietà industriale
  • Ordine delle Professioni Pedagogiche ed Educative
  • Ordine Nazionale degli Attuari

 

Non tutti gli ordini professionali sono legati ad un albo. La maggior parte degli ordini suddivide il proprio albo in due sezioni: una per i possessori di laurea magistrale, l’altra per i possessori di laurea. Per esempio, gli albi di medici, chirurghi e odontoiatri, farmacisti, veterinari e avvocati prevedono un’unica sezione; quelli di infermieri e consulenti del lavoro hanno un’unica sezione sia per i diplomati sia per i laureati con corso triennale.

Chi non è iscritto all’albo e pratica l’esercizio abusivo della professione commette un reato, punito dall’articolo 348 del Codice penale con la reclusione da sei mesi a tre anni e con una multa da 10.000 a 50.000 euro. Con la depenalizzazione prevista in alcuni casi, la sanzione arriva fino a sei mesi di reclusione con una multa che va da 103 a 516 euro.

Vediamo uno per uno quali sono gli ordini professionali attivi in Italia che regolamentano le diverse professioni e l’iscrizione all’apposito albo, a prescindere dal superamento di un esame di Stato.

 

CNAPPC – Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Si chiama AWN – ArchiWorld Network l’ente che gestisce il CNAPPC, il Consiglio degli architetti e delle altre figure specialistiche con lauree quinquennali e triennali. I requisiti per l’iscrizione sono la laurea con un indirizzo compatibile alle discipline dell’Ordine, il superamento dell’esame di abilitazione e il pieno godimento dei diritti civili. Una volta superato l’esame, è possibile iscriversi all’Ordine della propria provincia di appartenenza.

 

CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

I commercialisti che esercitano la professione devono essere iscritti all’Ordine unico istituito nel 2005 dalla fusione degli ordini dei dottori commercialisti, dei ragionieri commercialisti e dei periti commerciali. Articolato nel Consiglio e negli ordini territoriali, il CNDCEC norma l’iscrizione all’albo con la laurea magistrale o triennale come esperti contabili, tre anni di praticantato presso uno studio e il superamento dell’esame di Stato, propedeutico all’iscrizione all’Ordine della propria provincia di appartenenza.

 

CNF – Consiglio Nazionale Forense

Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo di rappresentanza degli avvocati con sede a Roma presso il Ministero della giustizia. Al CNF si affiancano i CDD (i Consigli Distrettuali di Disciplina) e i Consigli giudiziari. I requisiti per l’iscrizione all’albo sono la laurea in giurisprudenza, un praticantato di almeno 18 mesi presso lo studio di un avvocato abilitato e il superamento dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione.

 

CNG – Consiglio Nazionale dei Geologi

I geologi italiani sono rappresentati dal CNG, il Consiglio Nazionale dedicato all’albo unico (formato dall’insieme degli albi tenuti dagli Ordini regionali) e all’aggiornamento professionale continuo. Accanto alle attività istituzionali, il Consiglio è attivo nel settore della formazione e della comunicazione con gli iscritti. L’iscrizione, subordinata alla laurea e al superamento dell’esame di Stato o al riconoscimento del MIUR, avviene all’Ordine regionale di appartenenza: è poi il Consiglio che delibera l’iscrizione all’albo unico.

 

CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri

L’organismo nazionale di rappresentanza degli ingegneri promuove e sviluppa il ruolo della professione, ne stabilisce il codice deontologico e fornisce una formazione continua. Per iscriversi al CNI, vigilato dal Ministero della giustizia, è necessario aver conseguito la laurea e aver superato l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione. Il livello del titolo di studio (triennale o specialistica e magistrale) determina la sezione dell’albo in cui si viene inseriti.

 

CNN – Consiglio Nazionale del Notariato

È l’organo di rappresentanza politica dei notai, sottoposto a controlli dello Stato, dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero della giustizia. L’accesso al CNN è regolato dal possesso della laurea in giurisprudenza, dall’iscrizione dopo la laurea al registro dei praticanti, da un praticantato di due anni dopo l’iscrizione presso uno studio notarile e dal superamento del concorso pubblico con prove scritte e orali. Il sistema è a numero chiuso: il numero dei notai è fissato per legge.

 

CNO Consulenti del Lavoro

I consulenti del lavoro sono i professionisti che si occupano di amministrazione aziendale a 360 gradi. L’accesso alla professione è garantito dal CNO, il Consiglio Nazionale dell’Ordine: per poter esercitare è necessario essere in possesso della laurea triennale o quinquennale in giurisprudenza, economia o scienze politiche, svolgere un praticantato di 18 mesi (di cui sei anche durante gli studi) e superare l’esame di Stato che prevede prove scritte e orali. Superato l’esame, occorre iscriversi all’albo tenuto presso il Consiglio territoriale dell’Ordine della provincia di appartenenza.

 

CNOAS – Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali

Istituto nel 1993, l’Ordine degli assistenti sociali raccoglie una comunità professionale con numeri importanti: quasi 50.000 iscritti su tutto il territorio nazionale. L’iscrizione al CNOAS, composto dal Consiglio nazionale da venti Ordini locali, è obbligatoria per poter esercitare la professione: l’istanza di iscrizione avviene su base regionale dopo aver conseguito la laurea specifica e superato l’esame di Stato.

 

CNOP – Consiglio Nazionale Ordine Psicologi

Dal 1989 il CNOP rappresenta l’ordine degli psicologi sul piano nazionale ed europeo. Con sede a Roma, il Consiglio è l’organo della comunità professionale formata dall’insieme degli iscritti all’albo nazionale unico che racchiude tutte le regioni italiane. Per potersi iscrivere, è obbligatorio aver ottenuto la laurea (vecchio ordinamento, specialistica, scienze e tecniche psicologiche) e aver superato l’esame di Stato per l’abilitazione. Inviata la domanda, è il Consiglio a deliberare l’iscrizione entro 60 giorni.

 

CNOTA – Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari

L’Ordine dei tecnologi alimentari esiste dal 1994: il CNOTA e i Consigli degli ordini regionali ne stabiliscono la governance e il funzionamento. L’esercizio della professione nel settore agro-alimentare è consentito solo a chi è iscritto all’Ordine: laureate e laureati in Scienze e tecnologie alimentari che hanno superato l’esame di Stato, sono iscritti all’albo regionale in cui hanno residenza o domicilio e hanno fatto richiesta e ottenuto il riconoscimento del titolo professionale.

 

CNPA – Collegio Nazionale dei Periti Agrari

Il CNPA a livello nazionale e i Collegi territoriali su base locale rappresentano i circa 15.500 periti agrari che operano in Italia. Per poter esercitare la professione ed avere accesso all’albo unico nazionale istituito nel 2012, il perito agrario e il perito agrario laureato devono aver conseguito il diploma o la laurea triennale in materia e aver superato l’esame di Stato per l’abilitazione.

 

CNPI – Consiglio Nazionale dei Periti Industriali

Il primo riconoscimento giuridico per i periti industriali è datato 1929, ma l’adeguamento al quadro normativo europeo e l’evoluzione del sistema formativo secondario superiore hanno portato alla nascita del CNPI. Il possesso di una laurea almeno triennale, il tirocinio o praticantato di almeno tre anni (per i diplomati) e il superamento dell’esame di Stato sono i requisiti necessari per l’iscrizione all’albo, in base alla competenza territoriale.

 

CNSD – Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali

Meglio noto come Italian Council of Customs Brokers, il CNSD rappresenta dal 1960 gli spedizionieri doganali italiani e le loro attività. Per svolgere la professione occorre possedere almeno un diploma di istruzione secondaria di secondo grado, realizzare un tirocinio di 12 mesi consecutivi presso uno spedizioniere doganale iscritto all’albo da almeno cinque anni e superare l’esame di Stato. Il titolo di abilitazione a sua volta permette l’iscrizione al relativo albo professionale.

 

Collegio Nazionale Agrotecnici

Istituito nel 2012, l’organo di rappresentanza di agrotecnici e agrotecnici laureati regola l’accesso alla professione. L’iscrizione all’albo è consentita sia ai diplomati che ai laureati di molteplici classi, purché abbiano svolto almeno sei mesi di tirocinio professionale certificato prima di superare lo specifico esame di Stato abilitante. Sono esentati dallo svolgimento del tirocinio laureate e laureati dei corsi convenzionati direttamente con il Collegio nazionale.

 

COLNAZ – Collegio Nazionale Maestri di Sci Italiani

Il COLNAZ è la più alta istituzione dello sci professionale in Italia: dal 1991 rappresenta i maestri di sci e i professionisti della montagna. Al Collegio nazionale si affiancano i Collegi regionali e un delegato per Collegio locale eletto direttamente dalle varie assemblee territoriali. I maestri sono tenuti obbligatoriamente all’iscrizione all’albo per poter esercitare la professione: per farlo è necessario avere il certificato di idoneità tecnica, il tesserino Euroskipro e la polizza di assicurazione RC verso terzi per l’attività professionale.

 

CONAF – Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali

Gli agronomi e i forestali, i biotecnologi agrari e gli zoonomi italiani hanno la propria rappresentanza nel CONAF, il Consiglio dell’Ordine che cura e rappresenta gli interessi di questi professionisti. Per poter esercitare la professione e ottenere l’iscrizione all’Ordine provinciale di appartenenza, è obbligatorio possedere la laurea di dottore agronomo e dottore forestale e superare l’esame di Stato per l’abilitazione.

 

CONAGAI – Collegio Nazionale Guide Alpine Italiane

Le guide alpine, gli accompagnatori di media montagna e le guide vulcanologiche sono le tre categorie professionali che rientrano nell’AGAI (l’associazione di categoria) e nel CONAGAI, il Collegio Nazionale che fa da organo di coordinamento dei Collegi regionali e provinciali. L’abilitazione all’esercizio della professione di guida si ottiene tramite appositi corsi e il superamento dei relativi esami, ma l’iscrizione all’AGAI è facoltativa: l’adesione può essere fatta ai Collegi locali anche contestualmente alla richiesta di iscrizione all’albo.

 

FNCF – Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici

I chimici e i fisici che vogliono esercitare la professione in forma individuale, associata o societaria, hanno l’obbligo di iscrizione all’albo unico, che determina pure l’iscrizione all’EPAP, la cassa di previdenza e assistenza sociale. Per iscriversi bisogna aver superato l’esame di Stato o in alternativa avere un’esperienza pregressa di cinque anni. A regolare l’Ordine è la FNCF: l’albo è diviso in due sezioni, una per laureate e laureati in chimica, farmacia, farmacia industriale, scienze e tecnologie della chimica industriale; l’altra per laureate e laureati in scienze e tecnologie chimiche e scienze e tecnologie farmaceutiche.

 

FNO TSRM e PSTRP – Federazione Nazionale Ordini dei Tecnici Sanitari Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione

Istituita nel 1965 e riformata nel 2018, la Federazione Nazionale dei tecnici radiologi, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione rappresenta complessivamente 18 professioni sanitarie e 59 Ordini professionali, racchiusi nelle sigle TSRM e PSTRP. Gli iscritti agli albi sono circa 170.000: laureate e laureati con il titolo abilitante alla professione e la partecipazione ai programmi ECM, devono inviare domanda di iscrizione con la relativa documentazione all’albo provinciale di riferimento e superare la valutazione della Commissione di albo.

 

FNOB – Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi

Attiva dal 1967, la FNOB rappresenta i biologi italiani che sono iscritti agli albi presso le circoscrizioni geografiche regionali. Per svolgere la professione sono necessarie la laurea specifica (in biologia o scienze biologiche) e l’iscrizione all’ONB (l’Ordine Nazionale dei Biologi), che è subordinata al superamento dell’esame di Stato. L’ONB comprende due sezioni differenziate in base al titolo di laurea conseguito: A per la specialistica di II livello e B per la triennale di I livello.

 

FNOMCeO – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri

I medici chirurghi e gli odontoiatri, al termine di un lungo e complesso percorso formativo, hanno nella FNOMCeO il loro ente di rappresentanza. La Federazione riunisce i diversi ordini professionali, ha un Comitato centrale e Commissioni specifiche per chirurghi e odontoiatri. L’iscrizione all’Ordine prevede l’apposita laurea, lo svolgimento di un tirocinio professionalizzante e il superamento di un esame di abilitazione.

 

FNOPI – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche

Il primo codice deontologico per gli infermieri italiani risale al 1960, mentre il 1994 è l’anno cruciale per la professionalizzazione dell’attività infermieristica. Tramite la FNOPI le professioni infermieristiche hanno una rappresentanza nazionale che coordina gli ordini provinciali. Per svolgere la professione e iscriversi all’albo è necessario aver conseguito le laurea specialistica, svolto la formazione in ambito infermieristico e ottenuto l’abilitazione con l’esame di Stato nella circoscrizione di riferimento.

 

FNOPO – Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica

La storia dell’ostetricia è antica quanto l’umanità: oggi le ostetriche e gli ostetrici hanno la loro Federazione Nazionale e gli Ordini diretti da un Consiglio direttivo eletto ogni quattro anni dall’assemblea degli iscritti. L’iscrizione all’albo è obbligatoria per chiunque eserciti la professione ostetrica in qualsiasi forma: per il SSN, privatamente, in regime di libero professionista e di volontario. La domanda di iscrizione per laureate e laureati che hanno superato l’esame di Stato nei corsi dell’area sanitaria avviene a livello provinciale.

 

FNOVI – Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani

I veterinari italiani sono rappresentati dalla FNOVI, la Federazione istituita nel 1946 che riunisce tutti gli ordini provinciali e ha sede a Roma. Per esercitare la professione di veterinari è necessario avere conseguito la laurea magistrale in medicina veterinaria, aver svolto un tirocinio formativo teorico-pratico di almeno sei mesi continuativi presso una struttura e superato l’esame di Stato per l’abilitazione.

 

FOFI – Federazione Ordini Farmacisti Italiani

I farmacisti italiani sono rappresentati sin dall’immediato dopoguerra dalla FOFI, la Federazione che coordina le attività degli Ordini provinciali presenti su tutto il territorio nazionale. Per esercitare la professione di farmacisti e iscriversi all’Ordine, bisogna essere laureati in farmacia o chimica e tecnologie farmaceutiche, svolgere un tirocinio di sei mesi in una farmacia e superare l’esame di Stato.

 

Geometri CNG – Consiglio Nazionale Geometri

I geometri sia diplomati che laureati sono rappresentati a livello nazionale dal CNG, il Consiglio che tutela gli interessi dei professionisti del settore e promuove lo sviluppo della categoria. Il Consiglio è formato da 11 componenti che vengono eletti dai 110 Collegi territoriali. Per iscriversi è obbligatorio aver conseguito una formazione da geometra (con diploma o laurea specifica) ed aver sostenuto l’esame di Stato per l’abilitazione.

 

ODG – Ordine dei Giornalisti

L’istituzione dell’albo professionale dei giornalisti è datata 1963, anche se la sua genesi iniziale risale addirittura agli albori del fascismo. L’ODG è il soggetto collettivo che rappresenta la categoria: l’iscrizione all’albo è obbligatoria per l’esercizio della professione e avviene dopo aver svolto un praticantato specifico oppure una scuola di giornalismo e superato l’esame di idoneità. Per i pubblicisti, invece, basta un’attività continuativa e regolarmente retribuita per almeno due anni per conseguire il tesserino.

 

Ordine dei Consulenti in Proprietà industriale

I consulenti in proprietà industriale sono le figure professionali che si occupano di tutti gli adempimenti normativi previsti dalle leggi in materia di brevetti e marchi. Per svolgere la professione è necessario superare l’esame di Stato ed essere iscritti all’albo istituito dall’Ordine, nato nel 1981 e modificato nel 1995. L’albo è nazionale e ha due sezioni: la prima per i consulenti in brevetti abilitati per invenzioni, modelli di utilità, disegni e modelli, nuove varietà vegetali e topografie di prodotti a semiconduttori; la seconda per i consulenti in marchi abilitati per i segni distintivi, indicazioni geografiche e disegni e modelli.

 

Ordine delle Professioni Pedagogiche ed Educative

Dall’8 maggio 2024 è attivo il nuovo Ordine professionale che rappresenta i pedagogisti e gli educatori socio-pedagogici, distinguendoli dagli educatori socio-sanitari. La legge che lo introduce sancisce l’obbligatorietà della laurea e l’iscrizione per l’esercizio della professione: l’Ordine, composto dai due albi uno per i pedagogisti e uno per gli educatori socio-pedagogici, è articolato su base regionale e ha il compito di provvedere alla formazione concreta degli albi affidandosi ad un commissario, individuato tra i magistrati in servizio e nominato dal presidente del Tribunale dei capoluoghi delle Regioni e delle province autonome.

 

Ordine Nazionale degli Attuari

Gli attuari sono i professionisti che si occupano di determinare l’andamento futuro di variabili demografiche ed economico-finanziarie: l’elaborazione di analisi statistiche, la fornitura di consulenze tecniche, la stima patrimoniale ed economica di aziende pubbliche e private, la valutazione di prodotti finanziari, assicurativi e previdenziali. Dopo aver conseguito una laurea specifica (in matematica o scienze statistiche, attuariali e finanziarie) e aver superato l’esame di Stato, lo svolgimento della professione è subordinato all’iscrizione all’albo gestito dall’Ordine. L’albo ha due sezioni: la A per i profili senior e la B per quelli junior.

AUTORE

Picture of Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *