Portale Sardegna emette prestito obbligazionario di massimi 4mln di Euro

PORTALE SARDEGNA EMETTE PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

PORTALE SARDEGNA

Il bond, un prestito obbligazionario di massimi 4mln di Euro, è finalizzato all’ottimizzazione della struttura finanziaria e al sostegno di una politica di M&A volta a ottimizzare la scalabilità del modello di business

Il Consiglio di Amministrazione di Portale Sardegna, online travel agency quotata su Aim Italia e specializzata nel segmento incoming turistico per l’Isola, ha approvato l’emissione, anche in più tranches, di un prestito obbligazionario dell’importo complessivo massimo di 4 milioni di euro, denominato “Portale Sardegna 2019-2024 – 5,00%”.

A chi è riservato il Prestito e le principali caratteristiche

Il Prestito è riservato esclusivamente alla sottoscrizione da parte degli Investitori Qualificati (di cui all’articolo 100, lettera a del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 (il “TUF”), come definiti dalla Consob nei relativi regolamenti attuativi).

Le  principali caratteristiche del prestito obbligazionario:

Importo Massimo: nominali Euro 4.000.000
Taglio Minimo e Prezzo di Sottoscrizione: n.1 obbligazione, avente valore nominale pari a Euro 100.000
Data di Emissione: entro il 20 novembre 2019
Durata: 5 anni dalla Data di Emissione
Cedola: tasso fisso lordo pari al 5,00% annuale con pagamento semestrale posticipato, e date di pagamento delle cedole al 31 gennaio ed al 31 luglio di ciascun anno
Prezzo di Emissione: alla pari
Valore di Rimborso: 100% del valore nominale di ciascun titolo obbligazionario
Quotazione: prevista sul Third Market di Vienna gestito da Wiener Borser AG o su altro MTF europeo individuato dalla società.
ISIN: IT0005391088
Primo Periodo di Sottoscrizione: tra il 15 novembre 2019 e il 31 dicembre 2019

Gli obiettivi del Gruppo

Il Gruppo intende dotarsi di un adeguato livello di liquidità finalizzato all’acquisizione di partecipazioni dirette nel capitale di imprese partner e concorrenti con l’obiettivo di incrementare la massa critica di transato (Gross Travel Value) per ottimizzare al massimo la scalabilità del modello di business.

L’emissione del prestito rientra inoltre negli obiettivi di ottimizzazione della struttura e della scadenza del debito, mediante sostituzione dell’attuale indebitamento bancario con quello obbligazionario, allungandone la duration media e usufruendo della struttura bullet, beneficiando delle attuali condizioni favorevoli del mercato delle obbligazioni societarie.

Ha commentato l’operazione Massimiliano Cossu, Amministratore Delegato di Portale Sardegna: “Saremo in grado di creare ulteriore valore per i nostri azionisti, garantendo il mantenimento di una solida ed equilibrata struttura finanziaria e, al contempo, creando le condizioni di liquidità ottimali per cogliere interessanti opportunità di M&A già individuate. La nostra principale strategia di crescita consiste nel proseguire un percorso virtuoso di aggregazione di importanti realtà al fine di accrescere rapidamente la dimensione del nostro Gruppo sfruttando la scalabilità del modello di business.”

Il Regolamento del Prestito sarà reso disponibile sul sito internet istituzionale della società: www.portalesardegnagroup.com

Post correlati

Liquidità: nei fondi mai così alta da attacco a Torri Gemelle

Bitcoin: 3 grossi problemi nell’inserimento nei piani 401 (k)

Azioni value: ecco come hanno preso il sopravvento sui titoli growth

Junk bond Asia: in 18 mesi bruciati 100 miliardi bruciati, ecco perché

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

Lascia un commento