Revolut: cos'è e come funziona la banca digitale - Borsa e Finanza

Revolut: cos’è e come funziona la banca digitale

Le carte Revolut

In Italia è disponibile un’app unica che promette di rivoluzionare in maniera radicale il modo quotidiano con cui fare acquisti ed effettuare pagamenti, investire e gestire i risparmi. È Revolut, la carta con conto ideata dalla fintech fondata a Londra dal trader russo Nikolay Storonsky e dal sistemista ucraino Vlad Yatsenko. Con l’ingresso nei mercati europei di Belgio, Danimarca, Finlandia, Germania, Islanda, Lichtenstein, Lussemburgo, Paesi Bassi, Spagna e Svezia, Revolut conta più di 18 milioni di clienti in tutto il mondo e oltre 150 milioni di transazioni al mese. Ma come funziona di preciso e quali vantaggi offre rispetto agli altri servizi di digital banking? Scopriamolo insieme.

 

A cosa serve Revolut: tutti i servizi

Non solo fare e ricevere bonifici, avere carte di debito e usa e getta e collegare altri conti in open banking. Revolut è una “super app” che si basa su una specifica visione: fare da servizio finanziario globale azzerando le commissioni sui prelievi all’estero. Il risultato è una piattaforma unica che permette all’utente di gestire le proprie finanze da computer o da smartphone ovunque si trovi e in qualsiasi momento. Revolut è quindi la carta perfetta per chi viaggia parecchio per lavoro o per passione.

I servizi e le funzionalità che mette a disposizione sono diversi:

  • Prelevare da bancomat fino a 200, 400 o 800 euro al mese (o fino a cinque volte) senza commissioni
  • Depositare i risparmi su un conto fino a 100.000 euro (questo servizio non è ancora attivo in Italia)
  • Ricevere i pagamenti BACS, ad esempio lo stipendio, un giorno lavorativo prima del consueto
  • Inviare e ricevere denaro con altri utenti senza commissioni e in pochi secondi
  • Trasferire soldi in oltre 30 valute, in metalli preziosi o criptovalute (fino a 1.000 euro al mese)
  • Fare acquisti in oltre 140 valute al tasso di cambio interbancario
  • Utilizzare i sistemi di pagamento di Apple Pay e Google Pay
  • Fare trading accedendo a oltre 750 azioni e all’acquisto di oro e argento in-app
  • Dividere un conto (al ristorante o per un regalo) con altre persone, anche se non sono su Revolut
  • Condividere le spese con un gruppo di amici, familiari o coinquilini e tenerne aggiornata la contabilità
  • Controllare uno spazio per i pagamenti ricorrenti dal quale tenere d’occhio gli abbonamenti ai vari Netflix, Amazon, Dropbox ed evitare quelli indesiderati
  • Stipulare assicurazioni di ogni tipo: medica internazionale, franchigia noleggio auto, animali domestici, furti, incidenti, biglietti ed eventi, ritardi su volo e bagagli, protezione dei resi, copertura per gli sport invernali
  • Gestire e prenotare i propri viaggi organizzando biglietti, assicurazione, hotel e pass economici alle aree lounge
  • Ottenere premi, sconti e cashback sugli acquisti con il programma Rewards
  • Accedere ad un marketplace dove fare acquisti o donazioni in beneficenza

 

Le criptovalute offerte da Revolut sono Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH), Cardano (ADA), Dogecoin (DOGE), Ethereum (ETH), Litecoin (LTC), Loopring (LRC), 0x (ZRX), Ripple (XRP) e Stellar (XLM). Quando le criptovalute raggiungono i prezzi desiderati, l’utente riceve una notifica dal sistema. Inoltre l’app permette di restare al corrente delle ultime notizie di mercato e tenerne sotto controllo i movimenti con un programma specifico di aggiornamenti.

Come aprire un conto Revolut

Aprire un conto Revolut è semplice. Basta accedere sul sito o scaricare l’app (da Google Play e App Store, disponibile per smartphone Android con sistema operativo 6.0 e superiori, per iPhone, iPad e iPod touch con sistema operativo iOS 13 e superiori, per Apple Mac con sistema operativo 11.0 e superiori), scegliere un codice di accesso, inserire il codice di verifica ricevuto via SMS, i dati anagrafici di registrazione e un indirizzo e-mail valido. Una volta compilati tutti i campi e inviato il form, si riceve nella casella di posta elettronica una e-mail di benvenuto che segnala l’apertura del conto virtuale gratuito in euro. È necessario inserire un indirizzo di residenza o domicilio per l’invio della carta fisica, che verrà recapitata entro un massimo di nove giorni dalla richiesta e dalla verifica dei dati.

Revolut richiede una conferma dell’identità per rendere operativo il conto e cominciare ad usarlo. L’attivazione si effettua andando nella sezione “More – Profile – Personal Details”, dove è necessario compilare un documento di verifica, farsi un selfie e inviare la copia di un documento d’identità in corso di validità almeno per i successivi tre mesi. L’ultimo passaggio prima di poter iniziare ad utilizzare Revolut è caricare il conto di almeno 10 euro (nella sezione “Account”) tramite bonifico bancario, carta di credito e debito o Apple Pay e Google Pay, sempre nella valuta del Paese di residenza dichiarato. Quando si esegue il logout, all’accesso successivo viene richiesto il codice scelto al momento della registrazione o quello di verifica che si riceve via SMS.

 

Quale carta di Revolut scegliere: costi e differenze

Il modello di Revolut è freemium. L’apertura del conto è gratuita e il mantenimento non ha costi mensili. I piani con funzionalità aggiuntive hanno invece un costo progressivo. Va segnalato che pagando in una soluzione annuale si risparmia il 20%. Il piano Standard è gratis e comprende il conto corrente online in euro, la carta di debito Visa o MasterCard con IBAN, la possibilità di prelevare fino a 200 euro al mese (o al massimo cinque prelievi complessivi, dal 23 aprile) senza commissioni e di creare un account Junior (l’app e carta pensata per bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni) con funzionalità limitate.

Il piano Plus costa 2,99 euro al mese o 29,99 euro all’anno e aggiunge due conti Junior, la copertura acquisti e il cashback. Con Premium si sale a 7,99 euro al mese o 82 euro all’anno e si ha la possibilità di prelevare fino a 400 euro al mese senza commissioni, avere una carta prepagata e carte usa e getta illimitate, ottenere la personalizzazione delle carte, l’assistenza prioritaria nel supporto tecnico, l’assicurazione medica internazionale e contro i ritardi dei voli e della consegna bagagli, l’accesso alle lounge degli aeroporti e una sicurezza maggiore sugli acquisti online.

Metal è il massimo previsto: costa 13,99 al mese o 135 euro all’anno, permette bonifici nazionali illimitati e tre bonifici internazionali gratuiti al mese, consente di prelevare fino a 800 euro al mese da bancomat internazionali (con una commissione del 2%), fa guadagnare fino all’1% di cashback su tutti i pagamenti effettuati (anche quelli che non rientrano in Rewards), offre fino a cinque conti Junior e una copertura sugli acquisti fino a 10.000 sterline all’anno per articoli danneggiati o rubati. Il sito ufficiale di Revolut mette a disposizione questa sezione specifica nella quale si possono analizzare i vantaggi dei diversi piani e scegliere il conto più adatto alle proprie esigenze.

 

Le carte Revolut
Le carte di Revolut: dal piano Standard gratuito alla Metal di 18 grammi in acciaio inossidabile

Come si ricarica Revolut

Il conto Revolut si ricarica in tre modi: con bonifico bancario SEPA da un altro conto, con ricarica con carta di credito o di debito, via Apple Pay o Google Pay. Ovviamente le ricariche con carte e con i sistemi di pagamento di Apple e Google sono istantanee, mentre il bonifico ha tempi più lunghi. Alla carta fisica di debito, attivabile pagando la spedizione e la consegna, Revolut affianca la carta virtuale, generata in-app in particolare per gli acquisti online, e le carte usa e getta, anche queste virtuali e incluse nei piani Premium e Metal. Va ricordato che la carta prepagata Revolut permette transazioni nelle valute estere associate all’app e, appoggiandosi al circuito MasterCard e prevedendo i wallet di Apple e Google Pay, supporta la tecnologia NFC per i pagamenti POS contactless, quindi è particolarmente indicata per chi si sposta di frequente e viaggia spesso.

Come prelevare con Revolut

Revolut permette di prelevare contanti (con soglie limite a seconda dei piani) da qualsiasi sportello automatico nel proprio Paese di residenza o in un Paese estero che supporti il circuito Visa o MasterCard. L’unica condizione a cui fare sempre attenzione è che alcuni operatori bancomat potrebbero applicare una commissione al prelievo. Per prelevare con Revolut bisogna scegliere il conto “corrente” o “di risparmio” e completare la transazione selezionando l’opzione “senza conversione”. L’importante è scegliere di eseguire l’addebito nella valuta locale del Paese in cui ci si trova: l’euro se si è in Italia, la sterlina se ci si trova nel Regno Unito, il dollaro negli Stati Uniti e così via. C’è una specificità che riguarda i bancomat Travelex: in alcuni casi il provider converte il denaro ritirato in base al proprio tasso di cambio, ignorando l’eventuale scelta di addebito in valuta locale.

Come fare i bonifici con Revolut

Revolut trasferisce denaro in modo rapido e senza frontiere verso quasi 200 Paesi e territori in 31 valute e offre ottimi tassi di cambio, tra i migliori disponibili, senza commissioni nascoste. Il bonifico a un altro conto è gratis e in pochi secondi se in euro (in pochi minuti in caso di cambio valuta) e inviato a un conto bancario; è gratis e immediato se indirizzato a un altro conto Revolut. I dettagli del beneficiario che vengono richiesti sono quelli della banca e del conto verso il quale inviare il denaro: solitamente nome e cognome e codice IBAN per i bonifici in euro nella maggior parte dei Paesi europei; numero di telefono, numero di conto corrente, numero BIC/SWIFT e codice distintivo della banca per i bonifici verso o all’interno del Regno Unito o in altri Paesi. Al resto pensa il sistema. Per la maggior parte delle valute, non ci sono limiti all’importo dei bonifici.

Per ricevere un bonifico bancario in euro sul proprio conto Revolut occorre fornire al mittente nome (“beneficiario”), IBAN e BIC che si trovano toccando l’icona della bandierina sulla schermata dell’account. In seguito al Brexit, la fintech londinese si appoggia al sistema lituano, quindi se si ha la necessità di segnalare il nome e l’indirizzo della banca bisogna citare Revolut Payments UAB presso Konstitucijos ave. 21B, Vilnius, LT-08130, Lituania. Anche la sicurezza delle transazioni è gestita da Revolut Payments UAB in qualità di istituto di denaro elettronico autorizzato e regolamentato dalla Banca di Lituania.

Un utente usa l'app di Revolut
Ogni volta che si effettua con successo un bonifico, Revolut fa scaricare una conferma come prova della ricevuta di pagamento

Revolut è tracciabile e pignorabile?

Sì, Revolut è tracciabile e anche pignorabile secondo quanto previsto dalla legge. I depositi presenti sul conto concorrono a tutti gli effetti a determinare il reddito dell’utente. L’unica differenza rispetto ad altri conti è che Revolut Payments UAB è una società britannica che opera nel circuito autorizzato dalla Banca di Lituania e quindi i pignoramenti potrebbero risultare più complessi.

Revolut: le recensioni online

Le recensioni di Revolut sono mediamente positive. La carta con conto è particolarmente apprezzata perché ha l’IBAN e costi ridotti, non prevede commissioni (a chi riceve pagamenti dall’estero il saldo arriva completo) e permette alcune funzionalità specifiche che vanno oltre i consueti bonifici istantanei e gratuiti, acquisti in negozio e online, pagamenti e scambi di denaro con altri utenti. Su tutte le Spese condivise per i pagamenti di gruppo (regali, affitto e bollette tra coinquilini, feste, cene al ristorante) con tanto di messaggi “reminder” per evitare l’imbarazzo di chiedere soldi a chi ha dimenticato di pagare.

Ai genitori è gradito il conto Junior: chi ha figli tra i 6 e i 17 anni può insegnare loro come gestire il denaro in maniera oculata e responsabile. Un programma speciale che pochi conti hanno è quello dei Salvadanai, che arrotondano in eccesso gli importi per gli acquisti e consentono di mettere da parte questi piccoli risparmi per poterli spendere in futuro da soli o in gruppo. Altre due funzioni molto gradite ai clienti sono Portafogli – un sistema di gestione delle spese ricorrenti (affitto, bollette, rate) attraverso il quale l’app raccoglie queste specifiche somme – e i pagamenti programmati per gli abbonamenti, inseriti e gestiti in un unico posto. Inoltre le recensioni online promuovono la chiarezza nella segnalazione delle transazioni, la navigazione intuitiva, la cura dei dettagli dell’app, l’interfaccia user-friendly, l’assistenza veloce e cordiale.

Non mancano le recensioni negative. I punti critici segnalati sono la mancanza della ricarica con i contanti, l’assenza della giacenza media annua nell’estratto conto, fondamentale per ottenere l’ISEE, e il lasso di tempo eccessivo che ricorre per ricevere la carta fisica, un ritardo che non permette di sfruttare l’offerta “Invita un amico”. Inoltre non è possibile procedere ai pagamenti pagoPA per tributi, imposte o rette verso la Pubblica Amministrazione. Alcuni utenti segnalano infine casi di blocco del denaro per mesi senza preavviso e senza un concreto motivo, soprattutto per cifre superiori ai 1.000 euro.

Post correlati

Stripe: cos’è e come funziona la piattaforma per inviare e ricevere pagamenti

Come funziona Satispay, l’app per i pagamenti legata al tuo conto corrente

Come funziona l’app Google Pay

UnipolMove: cos’è e come funziona lo sfidante di Telepass

Amazon Pay: guida completa a come funziona

Lascia un commento