Transizione energetica: da WisdomTree due nuovi ETC sui metalli - Borsa e Finanza

Transizione energetica: da WisdomTree due nuovi ETC sui metalli

WisdomTree: due nuovi ETC per investire sui metalli coinvolti nella transizione green

Nonostante la guerra Russia-Ucraina stia rallentando il macrotrend della transizione energetica per sopperire ai mancati approvvigionamenti provenienti dalla Russia, nel lungo periodo il tema di investimento rimane predominante, anche grazie all’obiettivo numero 7 dell’Agenda di Sviluppo Sostenibile 2030 stilata dall’ONU. Al fine di facilitare la rivoluzione green e sostenere la proliferazione di veicoli elettrici, batterie, cavi, turbine e pannelli solari, alcune materie prime derivanti da estrazione saranno interessate da livelli di domanda senza precedenti. Motivo per cui WisdomTree, ottavo provider di prodotti ETP nel mondo, ha ampliato la propria gamma di ETC con il lancio di due prodotti tematici sui metalli che forniscono esposizione ai temi delle batterie e della transizione energetica, il cui obiettivo è fissato dall’Accordo di Parigi. Questo mira a limitare ben al di sotto dei 2 gradi Celsius il riscaldamento medio globale rispetto al periodo preindustriale tramite la decarbonizzazione. Obiettivo ambizioso se si considera che l’economia globale dovrà soddisfare la domanda di circa 10 miliardi di persone entro il 20501, il 25% in più rispetto ai quasi 8 miliardi di oggi, riducendo al contempo i livelli di emissioni nette di gas serra del 100%.

Quotati il 20 aprile 2022 su London Stock Exchange (sia in Euro che in dollari americani), Borsa Italiana e Börse Xetra, i prodotti WisdomTree Energy Transition Metals ETC (ISIN: XS2425848053) e WisdomTree Battery Metals ETC (ISIN: XS2425842106) replicano rispettivamente gli indici proprietari innovativi WisdomTree Energy Transition Metals Commodity e WisdomTree Battery Metals Commodity.

 

WisdomTree Energy Transition Metals ETC: l’indice sottostante

L’indice WisdomTree Energy Transition Metals Commodity, sviluppato da WisdomTree Investments con specialisti di parti terze nel settore della transizione energetica, è stato ideato per replicare la performance di un paniere diversificato di metalli associati al tema della transizione energetica, utili nella produzione di veicoli elettrici e idrogeno, ma anche nei processi di trasmissione, ricarica e stoccaggio dell’energia (tra cui solare ed eolica). Il paniere dell’indice è composto da nichel, rame, alluminio, argento, zinco, stagno, platino e oro. La selezione e la ponderazione delle componenti dell’indice si basa su un Intensity Rating, il quale misura l’esposizione e la crescita per ciascuna commodity nell’uso delle tecnologie per la transizione energetica. L’Intensity Rating di ogni commodity viene calcolato dividendo il consumo stimato in 3 anni nelle tecnologie green per il consumo totale attuale (e riscalato nell’intervallo 0-1). Le materie prime idonee sono selezionate in base alla rappresentatività dei temi della transizione energetica e a specifici criteri di liquidità: devono essere quotate attivamente su una o più Borse (con un volume di scambi giornaliero medio minimo di 15 milioni di dollari americani per un periodo di almeno tre mesi) e prezzate dall’index advisor indipendente. Il peso massimo di ciascun metallo è limitato al 40%.

 

WisdomTree Battery Metals ETC: l’indice sottostante

L’indice WisdomTree Battery Metals Commodity consente invece agli investitori di accedere ai metalli maggiormente coinvolti nel tema delle batterie, un sottoinsieme del megatrend della transizione energetica. L’indice è attualmente composto da nichel, alluminio, rame e zinco. Come per il WisdomTree Energy Transition Metals Commodity, la selezione e la ponderazione delle componenti dell’indice si basa su un Intensity Rating che misura l’esposizione e la crescita per ciascuna commodity nell’uso delle batterie, calcolato dividendo il consumo stimato in 3 anni nelle batterie per il consumo totale attuale (e riscalato nell’intervallo 0-1). Le materie prime idonee sono selezionate in base alla rappresentatività dei temi delle batterie e a specifici criteri di liquidità, gli stessi del WisdomTree Energy Transition Metals Commodity Index. Anche in questo indice, il peso massimo di ciascun metallo è limitato al 40%.

 

WisdomTree: leader nell’offerta di ETP volti a sfruttare la transizione energetica

Gli indici vengono ricomposti con cadenza annuale nel mese di gennaio e subiscono un processo di revisione trimestrale che valuta la possibilità di aggiungere altri metalli di base, come il cobalto, il piombo, il palladio e il litio.

WisdomTree, per migliorare ulteriormente le strategie degli indici, ha rafforzato la propria partnership con Wood Mackenzie, una delle principali società di ricerca e consulenza sulla transizione energetica già utilizzata dal provider americano di ETP per definire l’indice sottostante al pluripremiato ETF WisdomTree Battery Solutions UCITS USD Acc (ISIN IE00BKLF1R75), focalizzato sulle aziende che offrono soluzioni per batterie e accumulatori di energia.

È chiaro come alcune materie prime siano necessarie per far progredire la transizione energetica. Ciò che è meno chiaro è se la loro produzione sarà sufficiente. L’aumento della domanda e dei vincoli dell’offerta potrebbe spingere al rialzo molte commodity negli anni a venire, ha concluso Nitesh Shah, Head of Commodities & Macroeconomic Research Europa di WisdomTree.

Post correlati

Grano: l’India vieta l’export e i prezzi salgono al massimo da 2 mesi

Soia: i prezzi scendono, ecco come approfittarne

Petrolio: cos’è e come funziona il processo di raffinazione

Fondi: ecco chi si è messo in fuga dalla Russia

Fondi tematici: ecco 2 nuovi ETF di BlackRock

Lascia un commento