Amazon irrompe anche nel settore delle assicurazioni, ecco i dettagli
Cerca
Close this search box.

Amazon irrompe anche nel settore delle assicurazioni, ecco i dettagli

Amazon conquista anche le assicurazioni, ecco il nuovo servizio offerto

Amazon irrompe nel settore assicurativo lanciando un’offerta ai propri clienti del Regno Unito. Il gigante di Seattle da oggi permetterà ai consumatori di assicurare la casa e i mobili attraverso fornitori come General Insurance, Ageas UK e Co-op, ai quali verranno aggiunti altri assicuratori nei prossimi mesi. La piattaforma attraverso cui ciò avviene si chiama Amazon Insurance Store, dove i clienti hanno la possibilità di effettuare valutazioni a stelle e recensioni, allo stesso modo in cui fanno per i prodotti che acquistano nel sito. Il servizio permette altresì di richiedere e rivedere preventivi, selezionare una polizza ed effettuare tutti i controlli del caso.

Dalle assicurazioni che le compagnie vendono alle persone, Amazon riceverà una commissione. Per ora il servizio è concentrato nel Regno Unito, ma la società sta valutando se espandersi in altri mercati e offrire anche altre tipologie assicurative, oltre quella della casa. “Ci sono molte diverse categorie di assicurazioni e certamente ascoltiamo sempre i clienti per trovare altri modi in cui possiamo superare le loro aspettative e rendere la loro vita più facile”, ha affermato Jonathan Feifs, direttore generale della divisione europea dei prodotti di pagamento di Amazon.

 

Amazon: la sfida alle altre big tech

Il colosso e-commerce vorrebbe riuscire in un settore dove l’altro gigante tech Google ha fallito, ossia quello del confronto assicurativo online. Google Compare, infatti, che mirava a mettere a paragone le assicurazioni auto, le carte di credito e i mutui, ha chiuso battenti nel 2016 dopo aver operato in maniera poco redditizia per diversi anni nel Regno Unito e per un anno in USA. Amazon ha lanciato la sfida ad altri portali già consolidati come Moneysupermarket, Uswitch, Compare the Market e GoCompare. Se il business riuscisse, questo potrebbe aprire le porte per una spinta più forte verso i prodotti di finanza personale, in un contesto di ambizioni crescenti da parte della società guidata da Andy Jassy.

Nel contempo Amazon risponde a Apple nell’ambito delle offerte di servizi finanziari, visto che Cupertino questa settimana ha annunciato una partnership con Goldman Sachs per offrire ai propri clienti conti di risparmio gratuiti e ad alto rendimento. Per la verità Amazon già offre pagamenti online attraverso carte di credito, carte regalo e un servizio di “buy now pay later” grazie a una partnership con Barclays. Anche nel settore assicurativo, offre garanzie estese riguardo alcuni prodotti acquistati dai clienti nel sito e assicurazioni auto in India per effetto di un’alleanza con Acko. Tuttavia, da tempo l’azienda cova l’ambizione di espandersi nel settore finanziario. “Questo è solo l’inizio”, ha detto Feifs.

 

Perché la Gran Bretagna?

Il motivo per cui Amazon si è concentrato sulla Gran Bretagna è perché il Paese ha uno dei mercati più attivi del mondo in tema di comparazione dei prezzi. Questa caratteristica non appartiene agli Stati Uniti, ad esempio, dove gli acquisti delle assicurazioni vengono fatti per lo più direttamente con la compagnia. Negli ultimi anni i siti di comparazione britannici si sono avviati verso un consolidamento. Nel 2021 vi è stata la fusione tra l’editore britannico Future e GoCompare per 594 milioni di sterline. Successivamente nello stesso anno, ZPG ha acquisito Confused.com da Admiral Group per 508 milioni di sterline.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *