Apple aumenta i prezzi delle app, ecco le ragioni - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Apple aumenta i prezzi delle app, ecco le ragioni

Apple aumenta i prezzi delle app, ecco le ragioni

Apple aumenterà i prezzi delle sue app in Europa, Asia e Sud America a partire dal 5 ottobre. Lo ha rivelato la società, senza approfondire i motivi a giustificazione dell’atto. Nello specifico saranno i clienti di Svezia, Giappone, Corea del Sud, Cile, Egitto, Malesia, Pakistan e Vietnam che vedranno un rincaro dei dispositivi. Nell’ultimo anno vi è stato un aumento generalizzato da parte degli sviluppatori di app, con il prezzo medio che a luglio si è innalzato del 40% rispetto allo stesso mese del 2021, secondo uno studio di Apptopia. Apple ha detto che gli sviluppatori potranno mantenere gli abbonati esistenti di qualsiasi servizio in abbonamento che offrono ai livelli di prezzo attuale.

L’App Store di Cupertino rappresenta per l’azienda un flusso di entrate molto importante. Tuttavia, negli ultimi tempi ha conosciuto quella che l’Amministratore Delegato Tim Cook ha definito “una certa morbidezza” per via di un’economia più lenta. Tuttavia, il CEO ha riferito di aspettarsi nuovamente un incremento del fatturato nel quarto trimestre. Le azioni Apple hanno chiuso l’ultima seduta di Borsa con uno strappo del +2,51%, mentre nelle contrattazioni pre-market a Wall Street il titolo scende leggermente dello 0,6%.

 

Apple: le ragioni dell’aumento dei prezzi delle app

Il gigante dell’iPhone non ha rivelato i dettagli relativi all’aumento dei prezzi della app, ma è possibile avanzare alcune ipotesi. Intanto, la decisione potrebbe essere giustificata dal tentativo di proteggere i margini, messi sotto pressione dalla risalita dei costi alla catena di approvvigionamento. Al riguardo, Apple sta pianificando un rallentamento delle assunzioni e la razionalizzazione delle spese per alcuni team nel 2023.

Un’altra ragione potrebbe derivare dalla forza del dollaro americano. In Giappone, ad esempio, i prezzi stanno crescendo di circa il 30%, per via del contemporaneo indebolimento dello yen. La disparità valutaria ha portato l’azienda a incrementare i prezzi di Mac, iPhone e iPad all’inizio dell’estate. Relativamente ai rincari in Vietnam, Apple ha detto che la mossa riflette le nuove normative locali sulla riscossione delle tasse.

 

Cosa può comportare la decisione di Cupertino

Avrà delle ripercussioni sul mercato la decisione di Apple di aumentare i prezzi delle app? Molti se lo stanno chiedendo in questo momento. Serkan Toto, analista di Kantan Games a Tokyo, reputa che questa stretta sia piuttosto pesante. “Non è la prima volta che Apple adegua i prezzi dell’App Store”, ha sottolineato l’esperto, che aggiunge “È inevitabile che l’aggiustamento sarà avvertito dagli sviluppatori di app e giochi nei mercati interessati. Le persone potrebbero essere più riluttanti a fare acquisti in-app ora più che mai e gli sviluppatori potrebbero essere costretti a diventare più creativi in termini di prezzi in futuro”.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *