Apple vuole portare ChatGpt sull’iPhone, cosa fare con l’azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Apple vuole portare ChatGpt sull’iPhone, cosa fare con l’azione?

Nell'immagine una serie di prodotti Apple in una vetrina.

Apple si prepara al grande salto nell’intelligenza artificiale grazie anche a un accordo con OpenAI che porterà ChatGpt sull’iPhone, rispondendo così alla competizione aperta da Google e dalla stessa azienda di Sam Altman. Al centro della nuova strategia c’è Project Greymatter, una serie di strumenti che l’azienda integrerà in app come Safari, Foto, Note e l’assistente digitale Siri. L’intelligenza suggerirà automaticamente risposte a e-mail e messaggi di testo.

“Gli annunci di OpenAI, Google e altre big tech si susseguono e continueranno a farlo anche nei prossimi mesi e nei prossimi anni – ha spiegato all’ANSA Alessandro Piva, direttore dell’Osservatorio Artificial Intelligence del Politecnico di Milano -. Dovremo imparare a convivere con un cambiamento delle nostre modalità lavorative, ma anche con nuove modalità di esperienza oggi ancora sconosciute. Sarà necessario per le aziende attivare task force di approfondimento su questi temi, mentre i consumatori dovranno alimentare la propria curiosità cercando di comprendere le opportunità per il proprio lavoro e la vita quotidiana” ha dichiarato ancora l’esperto.

 

Azioni Apple: quotazioni in rialzo verso il massimo storico a 200 dollari

Quotate sul mercato tecnologico statunitense Nasdaq, le azioni Apple sembrano essere impostate al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance negativa registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 194,83.

Dopo il massimo storico toccato lo scorso 14 dicembre sul livello 199,62, l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta con un violento e perdurante movimento ribassista che ha annullato tutti guadagni realizzati nel rally dell’autunno 2023, fino ad arrestare la caduta in prossimità del supporto presente in area 165 (19 aprile).

Da quel momento i corsi hanno  cambiato ancora direzionalità, innescando un repentino rimbalzo che ha permesso al mercato di creare una configurazione a V di stampo rialzista. Il tutto con una forza e velocità  dirompente (unitamente a un vistoso gap up che difficilmente verrà ricoperto) che vede come prossimo obiettivo il raggiungimento del massimo storico.

Nel brevissimo, però, è lecito attendersi un lieve storno, un ritracciamento che permetta ad Apple di consolidare le quotazioni fin qui ottenute e agli operatori di entrare sul titolo a prezzi più convenienti. L’indizio per tale momentanea debolezza è fornita dal pattern di analisi candlestick denominato “Dark Cloud Cover” che si è formato durante il movimento intraday di ieri, indicante un’inversione di tendenza in senso ribassista.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 197,30 con target nell’intorno dei 203 dollari, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 194,83 con obiettivo molto vicino al livello 188. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti a inizio maggio. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 66.


L’andamento di breve termine del titolo APPLE

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *