ATLANTIA, DI MAIO ATTACCA. MA IN BORSA IL TITOLO RESISTE. PER ORA - Borsa e Finanza

ATLANTIA, DI MAIO ATTACCA. MA IN BORSA IL TITOLO RESISTE. PER ORA

Potrà anche perdere valore in Borsa, Atlantia, quando e se le verranno revocate le concessioni autostradali come ha dichiarato ieri sera a Porta a Porta e questo pomeriggio su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio. Di sicuro, oggi non è successo. Anzi, Il titolo della holding di Benetton oggi è stato tra le migliori blue chips.

“VIA LE CONCESSIONI ENTRO IL 14 AGOSTO”
In mattinata la controllata di Autostrade ha effettivamente perso terreno, ma ha virato positiva al giro di boa, per poi chiudere la settimana  guadagnando l’1,15%, a ridosso dei massimi di giornata. E questo nonostante il post di Di Maio sui suoi canali social: “Se il 14 agosto la politica e il governo vogliono andare a commemorare le vittime del ponte Morandi ci vadano, ma con la revoca delle concessioni ad Atlantia almeno avviata. Questa è una volontà politica del M5s e deve esserlo anche del governo. Lo Stato ha il dovere di togliere le autostrade degli italiani a chi non ha fatto la manutenzione. Come governo, il 14 agosto, le passerelle ce le risparmiamo”.

“ATLANTIA FARA’ CADERE GLI AEREI DI ALITALIA”
Insomma, il ministro del lavoro non molla la presa. E l’obiettivo non è soltanto togliere ad Atlantia (che gestiva il ponte ligure) il controllo di Autostrade. Sul tavolo c’è anche Alitalia: “Un grave errore mettere la holding dei Benetton dentro Alitalia, faranno perdere valore anche alla compagnia di bandiera, faranno precipitare gli aerei” aveva detto ieri Di Maio. Aggiungendo che: “In caso di revoca, Atlantia sarà ‘decotta’, perderà valore in Borsa e per questo non può essere coinvolta nella partita per l’aviolinea”.

BOTTA E RISPOSTA SALVINI-DI MAIO
Matteo Salvini non ha fatto attendere la sua risposta. Prima ieri sera: “Meglio pensare prima alle migliaia di posti di lavoro di Atlantia”. Poi stamattina, ad Agorà: “Non ho mai incontrato nella vita un Benetton, non ho simpatia e non tifo per nessuno. Ma se Atlantia ha i requisiti per entrare in Alitalia, perché dovrei dire di no? Mi interessa che siano messi in sicurezza i posti di lavoro”. Replica secca di Di Maio, sempre su Facebook: “Non c’entra nulla il lavoro, se anche Autostrade perdesse le concessioni, i dipendenti avrebbero un passaggio ad altri cantieri e passerebbero all’ente che deve gestire le autostrade, che sia statale o un altro privato. Non buttiamola in caciara”.

CONTE: LA TRAGEDIA DEL PONTE NON PUO’ ESSERE OSCURATA
Alla festa, se così si può chiamarla, si aggiunge anche Giuseppe Conte, da Osaka: “Si tratta di una tragedia che non può essere oscurata, non possiamo far finta di niente. Questo governo ha assunto pubblicamente una posizione, per rispetto ai morti e ai loro familiari. abbiamo avviato una procedura di contestazione alla società concessionaria per quanto accaduto. Il grave inadempimento è un fatto oggettivo “.

BOCCIA: CAUTELA CON SOCIETA’ QUOTATE
Chi ha invitato al buon senso è stata Confindustria, attraverso il presidente Vincenzo Boccia:  “In merito a società quotate servirebbe una valutazione più a freddo del linguaggio da usare. Speriamo che prevalga sempre di più il buon senso e la visione di futuro, ricordando che dietro queste imprese ci sono lavoratori e famiglie”.

STOP AGLI AUMENTI DEI PEDAGGI FINO AL 15 SETTEMBRE
Intanto, Autostrade per l’Italia ha annunciato la decisione di prorogare lo stop agli aumenti dei pedaggi fino al 15 settembre prossimo: “Per favorire gli spostamenti degli italiani verso le mete di vacanza”.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

NAVIGAZIONE ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

VIDEO

La seconda puntata della nuova settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo