Azioni Foot Locker: quali i target al ribasso dopo i deludenti conti? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Foot Locker: quali i target al ribasso dopo i deludenti conti?

Nell'immagine l'ingresso di un negozio Foot Locker in un affollato centro commerciale

A Wall Street dopo il crollo di ieri è prevista un’altra giornata difficile per le azioni Foot Locker, con i prezzi che potrebbero andare a rivedere i minimi degli ultimi 4 mesi. Ad aver indebolito il sentiment sono stati non solo i deludenti dati dell’intero anno, conclusosi lo scorso 3 febbraio, ma anche l’outlook sull’anno in corso. Nello specifico la catena di negozi sportivi ha registrato nell’ultima parte del 2023 una perdita di 389 milioni di dollari, rispetto ai 19 milioni di utile dello stesso periodo dell’anno precedente, con una perdita per azione di -0,38 dollari, rispetto ad attese poste a -0,32 dollari per azioni. I ricavi si sono attestati a 2,38 miliardi di dollari, rispetto a un consensus posto a 2,28 miliardi di dollari e in rialzo se confrontati con i 2,34 miliardi di dollari del 2023. Nel corso della presentazione dei dati l’amministratore delegato Mary Dillon, ha dichiarato che Foot Locker, nonostante sia riuscita a incrementare le vendite durante il periodo festivo, ha visto il margine lordo diminuire di 3,5 punti percentuali.

Per quanto riguarda l’intero 2023 il fatturato è stato di 8,154 miliardi di dollari, rispetto agli 8,747 miliardi di dollari di un anno fa, mentre la perdita netta è stata di 330 milioni di dollari rispetto all’utile netto di 342 milioni di dollari che si era avuto 12 mesi prima. A deludere il mercato è stato anche l’outlook per l’anno in corso. Le vendite potrebbero attestarsi nel range +1%/-1%, mentre si prevede di raggiungere un risultato operativo (ebit) compreso tra l’8,5% e il 9% solo entro il 2028 e non entro il 2026 come era stato in precedenza comunicato. Foot Locker ha confermato la sospensione del dividendo.

 

Azioni Foot Locker: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere cosa ci suggerisce l’analisi tecnica sulle azioni Foot Locker nel breve e medio periodo. Dopo il sell-off di ieri che ha visto il titolo perdere oltre il 29% e scendere in area 24,24 dollari, le attese per la giornata odierna sono per una prosecuzione della vendite in direzione dei prossimi supporti situati sui 22,50 dollari. Il movimento di ieri ha deteriorato la struttura grafica dell’azione, in quanto i prezzi sono scesi sotto i 26,40 dollari che rappresentavano i minimi del 2024 e dove transitava la trendline ascendente partita dai minimi dello scorso mese di settembre. Nel breve termine l’eventuale violazione dei 22,5 dollari farebbe proseguire le fase correttiva in direzione dei prossimi supporti situati sulla soglia dei 20 dollari.

Al contrario sarà solo con la ripresa dei 26,40 dollari che il titolo si aprirà la strada per un recupero, con un primo obiettivo a 27,5 dollari e a seguire verso i massimi della giornata di ieri situati sulla soglia dei 30 dollari, dove troviamo la media mobile a 50 giorni. Nel caso in cui queste aree resistenziali dovessero essere lasciate alle spalle, aumenterebbero prima le chance di andare a chiudere il gap-down lasciato aperto 24 ore prima sui 33,29 dollari e successivamente quelle di spingersi fin verso la soglia dei 35 dollari, che rappresentano i massimi degli ultimi 10 mesi.

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *