Azioni GlobalFoundries: quali impatti con 1,5 mld $ in arrivo dal Governo Usa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni GlobalFoundries: quali impatti con 1,5 mld $ in arrivo dal Governo Usa?

Azioni GlobalFoundries: quali impatti con 1,5 mld $ in arrivo dal Governo Usa?

A Wall Street da monitorare nella seduta odierna troviamo le azioni GlobalFoundries . Dopo la delusione riguardante l’outlook sul trimestre in corso comunicato in occasioni dei dati del 2023, il titolo potrebbe recuperare alcune posizioni grazie alle notizie proveniente dal Governo statunitense. Nello specifico quest’ultimo starebbe per assegnare 1,5 miliardi di dollari al terzo produttore di chip al mondo, con l’obiettivo di rafforzare le catene di approvvigionamento nazionali. Nel dettaglio l’azienda americana costruirà un nuovo impianto di produzione di semiconduttori a Malta, New York, e andrà ad ampliare le attività presenti in loco e a Burlington, secondo un accordo preliminare con il Dipartimento del Commercio. Nei nuovi stabilimenti la società andrà a produrre chip essenziali per la sicurezza nazionale statunitense.

La sovvenzione di 1,5 miliardi di dollari che sarà assegnata a GlobalFoundries, verrà accompagnata da 1,6 miliardi di dollari di prestiti disponibili e si prevede che il finanziamento vada a generare quasi 12,5 miliardi di dollari di investimenti potenziali complessivi nei due Stati. Ricordiamo che i chip di GlobalFoundries sono utilizzati non solo nelle comunicazioni satellitari e spaziali e nell’industria della difesa, ma anche nel rilevamento degli angoli ciechi e negli avvisi di collisione dei veicoli, nonché nelle connessioni Wi-Fi e cellulari. Da sottolineare infine che solo lo scorso 9 febbraio GlobalFoundries e GM hanno comunicato un accordo a lungo termine per assicurare alla casa automobilistica processori prodotti negli Stati Uniti, che la aiuteranno ad evitare la carenza di chip che ha causato il blocco della produzione in occasione della pandemia di Covid-19.

 

Azioni GlobalFoundries: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere cosa ci suggerisce l’analisi tecnica sull’azione. Si prevede un’apertura in deciso territorio positivo per il titolo GlobalFoundries con le quotazioni che dovrebbero spingersi in direzione dei 57 dollari, dove troviamo sia la media mobile a 200 giorni e l’indicatore del Supertrend. Dal punto di vista operativo il superamento di queste aree resistenziali dovrebbero far proseguire il recupero in direzione dei 60 dollari, dove verrebbe messa sotto pressione la trendline discendente che parte dai massimi del 2023, toccati nel mese di marzo, e congiunge i top dello scorso mese di luglio. Nel caso in cui dovessimo assistere ad un superamento di questi livelli, non solo si avrebbe un allentamento della pressione ribassista ma al tempo stesso si aprirebbero le porte per ulteriori allunghi fin verso i massimi dello scorso mese di dicembre in area 62,5 dollari.

Al contrario una mancata conferma oltre i 57 dollari, catalogherebbe il movimento come un normale rimbalzo tecnico il quale aprirebbe la strada a nuove vendite con un primo target situato sui minimi degli ultimi due mesi in area 51 dollari e successivamente il bottom dello scorso anno nei pressi dei 48 dollari. L’eventuale violazione di tali supporti andrebbe ad indebolire ulteriormente il quadro grafico di fondo, con possibili nuove discese per il titolo prima verso i 46,5 dollari ed in seguito in direzione della soglia dei 45 dollari.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *