Azioni Mondadori, cosa fare dopo la nuova acquisizione - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Mondadori, cosa fare dopo la nuova acquisizione

Nell'immagine, Palazzo Niemeyer con gli archi e il laghetto, sede della Mondadori a Milano

Il gruppo Mondadori, tramite la propria controllata Mondadori Libri, ha perfezionato l’acquisizione del 51% del capitale sociale di Star shop distribuzione, operativa nel segmento dei fumetti con editoria e gadget, nonché attiva in particolare nella distribuzione di editori terzi nel canale delle fumetterie e nella gestione di punti vendita – diretti e affiliati – nel medesimo segmento.

Lo rende noto un comunicato del gruppo, nel quale si specifica che “l’operazione, nei termini comunicati al mercato lo scorso 29 giugno, e a fronte dell’autorizzazione da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha efficacia a decorrere dal 1 febbraio, data a partire dalla quale Mondadori procederà anche al consolidamento integrale della società”.

L’acquisizione, ricorda Mondadori, “permette di replicare nel comparto dei fumetti il modello di business integrato verticalmente con il quale il gruppo già opera nel segmento del libro. In base ai termini dell’accordo, Sergio Cavallerin e Matteo Cavallerin – che hanno fondato e fin qui diretto con successo la società – mantengono la responsabilità gestionale e continuano a ricoprire il ruolo di amministratori esecutivi”. Il prezzo, definito sulla base di un enterprise value relativo al 100% della società di 9 milioni di euro, è di 4,6 milioni di euro, interamente corrisposto per cassa.

 

Azioni Mondadori in trading range, si appoggiano sul supporto a 2,150

Le azioni Mondadori, quotate sul segmento delle medie capitalizzazioni di Piazza Affari, sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine, nonostante la performance negativa registrata nella seduta di ieri (-1,82%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 2,160, coincidente esattamente con il prezzo di chiusura.
https://borsaefinanza.it/tag/piazza-affari”
Dopo il massimo toccato lo scorso 2 febbraio sul livello 2,405, l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta con un movimento discendente che si è arrestato solo recentemente in prossimità del supporto presente in area 2,150, non distante dall’importante indicatore Supertrend che ne sostiene i corsi. Da quel momento, infatti, Mondadori si è inserita in uno stretto trading range (ultime cinque giornate) che non ha mai trovato la forza di superare la soglia dei 2,200 euro. Considerato il già citato supporto, tale congestione laterale può essere interpretata come una probabile fase di accumulazione che rappresenti un preludio per un prossimo rimbalzo delle quotazioni, almeno di corto respiro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 2,200 con target nell’intorno dei 2,300 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 2,150 con obiettivo molto vicino al livello 2,050. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Parabolic Sar mentre la media mobile a 25 è diventata ribassista a inizio febbraio. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 42.


L’andamento di breve termine del titolo MONDADORI

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *