Azioni: Morgan Stanley, come investire con successo - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni: Morgan Stanley, come investire con successo

Azioni: Morgan Stanley, per investire con successo occorrono pazienza e tempo

Per investire bene in azioni bisogna saper aspettare, secondo Morgan Stanley. Il concetto viene espresso dalla banca d’investimento americana nel suo “Global equity observer“, curato dal responsabile del team azionario internazionale William Lock e dall’analista Annabel Stanford. Il testo mette in luce come nel campo degli investimenti si tenda ad agire istintivamente, risparmiando tempo. Tuttavia in questo modo il cervello viene maggiormente coinvolto nella componente emotiva e quindi viene distratto dagli obiettivi più importanti che al contrario richiedono pazienza.

Il segreto sta tutto nel resistere alla tentazione di cedere all’euforia delle vincite o al desiderio di voler recuperare le perdite a ogni costo e in breve tempo. L’attesa porta benefici nel lungo termine ed è per questo che occorrono pazienza e disciplina.

 

Azioni: ecco quali scegliere secondo Morgan Stanley

Guardare in là nel tempo per capitalizzare i frutti dell’investimento è una base di partenza, ma quali azioni scegliere? Gli esperti di Morgan Stanley suggeriscono società che hanno una crescita costante del fatturato, margini operativi in aumento, una buona allocazione del capitale e l’attitudine a riacquistare azioni proprie. Pertanto bisogna optare per aziende guidate da manager che guardano al lungo termine e sono propensi a reinvestire la liquidità nella ricerca e sviluppo, nell’innovazione e nel marketing.

In sostanza, il management non deve essere attratto dai risultati di breve e per tale scopo le sue retribuzioni devono essere allineate con gli obiettivi di lungo periodo degli azionisti. Quindi niente operazioni societarie tattiche basate sull’elevato indebitamento o acquisizioni spregiudicate. In definitiva, il principio è quello della tartaruga e non quello della lepre per ottenere risultati duraturi nel lungo periodo evitando fragorose cadute, sottolineano i relatori di Morgan Stanley.

 

Quanto si guadagna?

Chi opera con le azioni si pone obiettivi di guadagno in funzione delle proprie esigenze e della propensione al rischio. Vale sempre la pena cicordare l’importanza di investire capitali che ci si può permettere di perdere. Partendo da tale assunto, soggetti con maggiore attitudine a rischiare preferiscono azzardare per avere ritorni più elevati, fermo restando che potrebbero anche bruciare tutto il capitale o una parte di esso. Viceversa gli investitori più prudenti mirano a far crescere il capitale gradualmente nel tempo magari accontentandosi di proteggersi dall’erosione del denaro derivante dall’inflazione.

Stando al principio di Morgan Stanley, quanto si può guadagnare dalle azioni? La grande banca newyorchese reputa che scegliendo le società giuste sul mercato, ovvero che rispettano i criteri sopra citati, si possa ragionevolmente raddoppiare il capitale nell’arco di sette anni.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *