Azioni Nexi, cosa fare dopo l'alleanza con Engineering? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Nexi, cosa fare dopo l’alleanza con Engineering?

L'enorme scritta Nexi sulla facciata del palazzo della società dei pagamenti

Nexi ed Engineering hanno lanciato la piattaforma di digital banking Nova. Le due società hanno stretto una partnership commerciale che si concentrerà sui diversi segmenti di impresa, dalle pmi al large corporate. “Nova racchiude su un’unica infrastruttura le più avanzate funzionalità di digital corporate banking” si legge in una nota. “La piattaforma è dotata di un portafoglio di servizi configurabile e di un’architettura modulare, nativamente open e orientata al cloud”. L’infrastruttura consente una gestione personalizzata delle soluzioni di digital corporate banking destinate alle imprese. Lo fa “attraverso l’implementazione rapida di nuovi servizi e un ecosistema di offerta basato su prodotti propri e di partner che ottimizza i costi di gestione”.

L’utilizzo del cloud rende la soluzione scalabile e adatta ai salti di scala del business, mentre i servizi di partner estendono la “value chain end to end” al cliente finale. I motori intelligenti sul front end e l’AI permettono invece di adattare le interfacce e l’esperienza alle esigenze specifiche dell’utente. “Fino a oggi era mancata una piattaforma tecnologica che servisse sia le grandi sia le piccole imprese” ha commentato Renato Martini, digital banking solutions director della società di pagamenti digitali Nexi. “Mettiamo a disposizione delle banche una piattaforma allo stato dell’arte capace di offrire una soluzione su misura per tutte le imprese, garantendo loro massima flessibilità, ampia copertura, modularità dei servizi e possibilità di personalizzazione”.

“Con Nova offriamo un’opportunità senza precedenti per ottimizzare i costi, personalizzare l’offerta e scalare rapidamente il proprio business” aggiunge Stefano Achermann, vicepresidente financial services di Engineering, azienda specializzata nei processi di digitalizzazione per aziende e pubblica amministrazione. “La piattaforma è la nostra risposta alla necessità di un digital corporate banking su misura, flessibile e aperto all’innovazione continua”.

 

Azioni Nexi: le quotazioni puntano il supporto in area 5,50

Le azioni Nexi sembrano essere impostate al ribasso nel breve termine, anche grazie alla performance negativa registrata nella seduta di venerdì . Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 5,670, per poi rimbalzare leggermente nel corso del pomeriggio.

Dopo il doppio massimo toccato in area 6,450 a metà dello scorso maggio, l’azione ha fondamentalmente invertito la propria rotta prima con un modesto ritracciamento parzialmente riassorbito con il raggiungimento di un massimo relativo a quota 6,336, e successivamente con un più violento movimento ribassista che ha arrestato la propria caduta solo in prossimità del supporto presente sul livello 5,562 (17 giugno).

Da quel momento i corsi hanno nuovamente reagito con un tentativo di rimbalzo che, però, si è fermato a quota 5,842, per poi riprendere a scendere nelle ultime sedute. Tale movimento complessivo rende piuttosto critica la struttura grafica di Nexi, sia perché le quotazioni sono al di sotto di alcune trendline discendenti tracciabili congiungendo massimi sempre decrescenti, sia perché dalla metà di giugno è in corso di formazione una configurazione a U rovesciata, di chiara tendenza ribassista, che potrebbe portare i prezzi a raggiungere presto la soglia psicologica dei 5,500 euro.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 5,776 con target nell’intorno dei 6 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 5,670 con obiettivo molto vicino al livello 5,500. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i corsi stazionare al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a inizio giugno. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di neutralità vicino al livello 42.


L’andamento di breve termine del titolo NEXI

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *