Azioni Nio: il lancio di ET9 spingerà i prezzi verso la soglia dei 10$? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Nio: il lancio di ET9 spingerà i prezzi verso la soglia dei 10$?

Azioni Nio: il lancio di ET9 spingerà i prezzi verso la soglia dei 10$?

A Wall Street nella seduta odierna saranno ancora le azioni Nio tra le osservate speciali da parte degli investitori, dopo che il rally di ieri ha spinto le quotazioni della casa automobilistica cinese oltre l’area dei 9,3 dollari per azione. A dare manforte alle quotazioni, in un contesto di mercato sempre più agguerrito, è stato il lancio del suo nuovo veicolo elettrico di punta, ET9, il cui obiettivo sarà quello di aumentare la domanda e la redditività.

Nello specifico la nuova auto, che dovrebbe competere con la Maybach di Mercedes Benz e la Panamera della Porsche, avrà tra le sue caratteristiche un chip per la guida autonoma sviluppato in proprio, la ricarica e la sostituzione ultraveloce e un sistema di sospensioni unico nel suo genere. Nel dettaglio grazie alla sua piattaforma da 925 Volt è in grado di assorbire ricariche di potenza fino a 600 kW, grazie alla colonnine raffreddate a liquido da 640 kW. L’azienda dovrebbe iniziare a fare le prime consegne nel corso dei primi tre mesi del 2025, ad un prezzo superiore ai 112.000 dollari.

Da sottolineare infine che nel corso delle ultime settimane Nio non solo si è assicurato un investimento di 2,2 miliardi di dollari da parte del veicolo di investimento CYVN Holdings, sostenuto da Abu Dhabi, ma ha anche rivelato i piani per 1.000 stazioni di scambio di batterie aggiuntive, il cui obiettivo è quello di raddoppiare entro il prossimo anno i suoi caricabatterie pubblici presenti in Cina.

 

Azioni Nio: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere cosa aspettarsi dall’azione nelle prossime giornate. Dopo il rally di ieri che, con volumi ampiamente superiori alla media giornaliera mensile ha spinto i prezzi oltre i 9,30 dollari, le attese sul titolo Nio sono per una prosecuzione di questo movimento ascendente che avrebbe come prossimo obiettivo i massimi degli ultimi tre mesi posti in area 9,60 dollari. Nel caso in cui anche queste aree resistenziali dovessero essere lasciate alle spalle, aumenterebbero le possibilità prima di andare a chiudere il gap ribassista lasciato aperto lo scorso 19 settembre nei pressi dei 10,22 dollari e a seguire spingersi verso i 10,70-10,80 dollari. In questo contesto eventuali prese di beneficio verso  gli 8,60-8,50 dollari dovrebbero rappresentare delle buy opportunity.

Al contrario una discesa sotto quest’ultimi sostegni aprirebbe la strada ad ulteriori vendite, che avrebbero come primo obiettivo gli 8,15-8,10 dollari e successivamente i 7,95-7,90 dollari. Nel caso in cui questa view dovesse trovare conferma, l’eventuale violazione di tali livelli non solo andrebbe ad indebolire la struttura grafica ma aprirebbe le porte a nuove discese fin verso la soglia dei 7 dollari. Fondamentale diventerebbe la tenuta di tali supporti, per evitare uleriori ribassi fin verso i 6,5 dollari e a seguire i 6,3 dollari.

 

DISCLAIMER

Le analisi in oggetto non sono state sponsorizzate dall’emittente o dall’intermediario menzionato. Le informazioni contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. BORSAEFINANZA SRL non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subite a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti nelle analisi di borsaefinanza.it. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sui siti degli emittenti ed ottenere una consulenza professionale. Qui è possibile trovare le informazioni sul produttore dell’analisi.

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *