Azioni Salesforce: rally in vista dopo innalzamento guidance annuale? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Salesforce: rally in vista dopo innalzamento guidance annuale?

Salesforce alza guidance annuali. A Wall Street azione pronta al rally?

I buoni dati trimestrali comunicati nella serata di ieri da Salesforce, dovrebbero sostenere in apertura di giornata le azioni a Wall Street con i prezzi che dovrebbero spingersi oltre i 225 dollari. Nello specifico l’azienda di software per la gestione dei clienti ha visto il secondo trimestre fiscale, chiusosi alla fine di luglio, con un fatturato in crescita dell’11% a 8,6 miliardi di dollari. Per quanto riguarda il margine operativo si è attestato al 17,2%, mentre quello rettificato si è spinto al 31,6%. Nel periodo in corso l’utile per azione è risultato a 2,12 dollari, in deciso aumento rispetto agli 1,19 dollari che si erano avuti nel secondo trimestre dello scorso anno.

Nel corso della presentazione dei dati il presidente e Ceo della società, Marc Benioff, ha rivisto al rialzo la guidance per quanto riguarda sia il terzo trimestre che l’intero anno. Nel dettaglio l’utile per azione nel periodo agosto-ottobre dovrebbe essere compreso tra i 2,05 e 2,06 dollari, rispetto ad attese situate a 1,82 dollari, con un fatturato visto tra gli 8,7 e gli 8,72 miliardi di dollari, rispetto ad un consensus posto a 8,66 miliardi di dollari. Per quanto riguarda l’intero anno fiscale 2024 l’utile per azione dovrebbe attestarsi nel range 8,04 e 8,06 dollari, in deciso aumento rispetto alla precedente previsione di 7,41-7,43 dollari. Sempre nel corso dei 12 mesi le entrate sono ora previste tra i 34,7 e i 34,8 miliardi di dollari, rispetto ai 34,5-34,7 miliardi di dollari comunicati in precedenza. Ricordiamo infine che il mercato guarderà con attenzione al prossimo 11 e 12 settembre quando Salesforce, in occasione dell’annuale conferenza Dreamforce, potrebbe annunciare delle importanti novità di offerta e strategia, legate in particolar modo all’AI.

 

Azioni Salesforce: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere quali sono le attese sull’azione nel breve e medio periodo. Il recupero partito lo scorso 10 agosto dalla soglia dei 200 dollari, dovrebbe proseguire in apertura di giornata con i prezzi che, spingendosi oltre i 225 dollari, potrebbero andare a mettere sotto pressione i massimi annuali in area 230-235 dollari. Dal punto di vista operativo il superamento di queste aree resistenziali, andrebbe non solo a rimettere in moto quel trend ascendente partito nel dicembre dello scorso anno dai 125,5 dollari , ma aprirebbe le porte ad ulteriori allunghi prima verso i 243 dollari, dove verrebbe chiuso il gap-down lasciato aperto il 5 gennaio 2022, e successivamente i 260-261 dollari. Nel caso in cui anche quest’ultimi livelli dovessero essere lasciati alle palle, aumenterebbero le possibilità di andare a rivedere i 275 dollari. In questo contesto rialzista eventuali ritorni dei corsi verso la soglia psicologica dei 200 dollari, potrebbero rappresentare delle nuove occasioni di acquisto.

Al contrario la perdita di questo sostegni riattiverebbe quella fase correttiva partita nel luglio scorso, con primi obiettivi ribassisti i 185 dollari dove transita la media mobile di lungo periodo. Nel caso in cui ci fosse una violazione di quest’ultimi livelli, dovremmo assistere ad una continuazione delle prese di beneficio prima verso i 177,5 dollari e successivamente i minimi dello scorso mese di marzo situati sui 170.5-170 dollari. Fondamentale diventerebbe la tenuta di tali sostegni per evitare nuove vendite fin verso i 160 dollari.

 

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *