Azioni Telecom Italia: cosa fare dopo il ricorso di Vivendi sulla cessione - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Telecom Italia: cosa fare dopo il ricorso di Vivendi sulla cessione

Cavi di telecomunicazione e di rete internet connessi a un server

Si è aperto il fronte legale del riassetto di Telecom Italia. Vivendi, il socio principale della compagnia telefonica, ha impugnato la delibera con cui il Consiglio di amministrazione ha approvato la vendita di NetCo a Kkr. Tuttavia il ricorso, secondo quanto si è appreso, non conterrebbe la richiesta di una sospensiva del procedimento. L’operazione quindi va avanti. Tra gli investitori nella compagnia telefonica ci sono quasi tutti gli enti nazionali che contano, dalle principali Casse di previdenza alle più importanti Fondazioni di origine bancaria mentre la raccolta del fondo promosso da F2i che parteciperà all’acquisto della rete di Telecom Italia al fianco di Kkr e del Ministero dell’economia e delle finanze non è ancora conclusa. L’obiettivo di quota 1 miliardo, che fino a qualche mese fa sembrava complesso, oggi è ritenuto molto più alla portata per la grande accelerazione data dal coinvolgimento dei grandi investitori nazionali.

Il Cda del fondo Enpam giovedì avrebbe dato l’ok a un investimento intorno a 100 milioni di euro e una cifra simile è prevista arrivi anche da altre grandi casse di previdenza e assistenza come la Cassa commercialisti, Inarcassa,  Cassa Forense ed Enasarco. Quanto alle fondazioni, è considerata ormai scontata la partecipazione delle tre grandi: Cariplo, Compagnia San Paolo e Crt e alcune fonti non escludono un contributo anche di CariFirenze. L’obiettivo in questo caso sarebbe arrivare complessivamente a una cifra tra 150 e 200 milioni di euro.

Le tempistiche dovranno fare i conti con il ricorso di Vivendi, l’ultima grande incognita che pesa sull’operazione. Probabilmente non si tratterà di un provvedimento d’urgenza, ma di un ricorso nel merito. Una scelta che di fatto manterrà per mesi una spada di Damocle sul futuro di Telecom Italia.

 

Azioni Telecom Italia: quotazioni oltre il Supertrend con uno “spike” rialzista

Le azioni Telecom Italia sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di venerdì (+2,28%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 0,2804, per poi ritracciare pesantemente nel corso del pomeriggio fino a chiudere a quota 0,2686. Nel corso del mese di novembre e in questa prima parte di dicembre l’azione ha effettuato un movimento laterale in uno stretto trading range compreso tra i livelli 0,2476 e 0,2686, senza alcuna direzionalità. Fino alla giornata di venerdì quando, con un repentino balzo in avanti che ha generato un vistoso “spike” rialzista, è stato superato contemporaneamente il livello superiore della congestione nonché l’importante indicatore Supertrend.

Peccato, però, per il ritracciamento avvenuto nell’intraday. Una chiusura oltre il precedente range, o comunque vicino ai massimi, avrebbe fornito maggiore sicurezza sul breakout che si è realizzato, dando certezze in merito alla ritrovata forza di Telecom Italia dopo lo stallo delle ultime settimane. Comunque, al di là dei dubbi che possono sorgere in merito al trend rialzista che dovrebbe nascere, rimane sempre di vitale importanza monitorare con attenzione il supporto in area 0,2500.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 0,2804 con target nell’intorno degli 0,2968 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 0,2625 con obiettivo molto vicino al livello 0,2514. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra sia dell’indicatore Parabolic Sar che della media mobile a 25. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 57.


L’andamento di breve termine del titolo TELECOM ITALIA

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *