Azioni Virgin Galactic: con primo volo spaziale prezzi verso nuovi top? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Virgin Galactic: con primo volo spaziale prezzi verso nuovi top?

Azioni Virgin Galactic: con primo volo spaziale prezzi verso nuovi top?

A Wall Street oggi sarà il giorno di Virgin Galactic, i cui prezzi dovrebbero aprire in deciso territorio positivo dopo le notizie arrivate durante la notte dall’azienda. Nello specifico la società di turismo spaziale, fondata da Richard Branson, ha comunicato che entro la fine di questo mese partirà il primo volo spaziale commerciale. Il volo in programma tra il 27 e 30 giugno, sarà chiamato Galactic 01 e trasporterà tre membri dell’equipaggio dell’Aeronautica Militare Italiana e del Consiglio Nazionale delle Ricerche d’Italia per condurre ricerche sulla microgravità. La società ha inoltre dichiarato che nel mese di agosto partirà Galactic 02, il quale anticiperà poi ulteriori voli spaziali mensili che partiranno dallo Spaceport America nel Nuovo Messico, la sede commerciale di Virgin Galactic.

Ricordiamo infine che la società ha effettuato finora cinque missioni di prova, l’ultima delle quali il 25 maggio scorso la prima di Virgin Galactic dal luglio 2021, quando a bordo c’era l’amministratore delegato Richard Branson. L’azienda aveva in seguito fermato le operazioni di volo per migliorare i mezzi e prepararli al meglio per l’inizio dell’attività commerciale.

 

Azioni Virgin Galactic: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo a vedere cosa attendersi sull’azione quotata a Wall Street dopo queste notizie. Dopo le vendite che hanno caratterizzato la giornata di ieri, quella odierna dovrebbe essere in deciso rialzo per il titolo Virgin Galactic con i prezzi che, con un guadagno superiore al 40% in pre-apertura, dovrebbero portarsi nei pressi dei 5,60 dollari.

Nel breve termine il movimento odierno dovrebbe far proseguire gli acquisti in direzione dei 6 dollari e successivamente verso i massimi del 2023 posti sui 6,45-6,50 dollari. Nel caso in cui anche queste aree resistenziali dovessero essere lasciate alle spalle, si avrebbe un ulteriore miglioramento del quadro grafico con possibili nuovi allunghi fin verso la soglia dei 7 dollari. In questo contesto propositivo eventuali prese di beneficio in direzione degli ex massimi di maggio 2023 posti sui 5 dollari verrebbero lette come occasioni di acquisti.

Al contrario un ritorno del titolo sotto i 5 dollari tornerebbe ad indebolire l’azione, che a quel punto potrebbe andare incontro a una nuova correzione verso i 4,75 dollari dove troviamo la media mobile di lungo periodo, e a seguire i 4 dollari. Dal punto di vista operativo, l’eventuale violazione di questi sostegni farebbe aumentare le chance di un ritorno dei prezzi fin verso i minimi di periodo situati nei pressi dei 3 dollari.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *