Azioni Volkswagen: meno costi e più produttività, cosa fare in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Volkswagen: meno costi e più produttività, cosa fare in Borsa?

Azioni Volkswagen: meno costi e più produttività, cosa fare in Borsa?

Cosa fare in Borsa con le azioni Volkswagen? La casa automobilistica tedesca intende raddoppiare la redditività del suo principale marchio riorganizzando in profondità la produzione per ridurre i costi. “Constatiamo che il nostro marchio, malgrado tutti i suoi atout, non è ancora abbastanza solido economicamente” ha indicato il ceo di Volkswagen Passenger Cars, Thomas Schaefer, in un memo interno rilanciato da alcuni media. Nel primo trimestre il rendimento operativo delle vendite di auto del marchio è diminuito al 3%, forse troppo poco per un gruppo che punta sul marchio per generare margini e finanziare il passaggio all’elettrico.

“Per essere veramente al riparo dalle crisi abbiamo bisogno di un margine operativo sostenibile del 6,5%”, ha aggiunto il ceo, indicando che per questo motivo “stiamo lanciando un programma per aumentare significativamente l’efficienza e le sinergie. Questo è l’unico modo per garantire il nostro futuro”, indica Schaefer. La nota non dettaglia le trasformazioni previste, ma fa riferimento a risparmi sui costi di produzione. “Stiamo cambiando il nostro approccio: non stiamo allineando le nostre fabbriche ai marchi, ma alle piattaforme. Questo poi determina quali modelli vengono prodotti lì. Non il contrario”, ha aggiunto il ceo, citando l’esempio della produzione congiunta della Skoda Superb e la VW Passat, con un risparmio di 600 milioni di euro. Questa misura dovrebbe far risparmiare “miliardi negli anni a venire”.

Secondo il quotidiano economico tedesco Handelsblatt, questi risparmi mirerebbero ad aumentare il risultato annuo del gruppo di almeno tre miliardi di euro. Il marchio di punta del gruppo Vw ha una responsabilità particolare nel rilancio, tanto più che il gruppo lo ha favorito nella produzione a discapito di altri marchi, in un momento in cui la carenza di componenti impediva di rispondere a tutte le richieste. Non sarebbero previsti licenziamenti, indica l’Handelsblatt, ma a lungo termine il numero di posti di lavoro dovrebbe diminuire, in particolare perché le auto elettriche sono più economiche da assemblare. Il gruppo intende presentare i suoi piani agli investitori il prossimo 21 giugno.

 

Azioni Volkswagen: quotazioni potrebbero aver arrestato la propria discesa in area 117

Quotato sul mercato tedesco Xetra alla Borsa di Francoforte, il titolo Volkswagen potrebbe essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+1,20%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 118,82, per poi chiudere non distante a quota 118,40.

Tale movimento ha permesso all’azione di creare un pattern grafico di analisi candlestick denominato “Bullish Engulfing”, indicante una imminente inversione di tendenza di stampo rialzista. In effetti, dopo il massimo toccato lo scorso 3 marzo sul livello 143,06 Volkswagen é sempre scesa. Ha provato a resistere una prima volta con un’ampia oscillazione laterale compresa tra i livelli 115 e 130, ma poi ha ceduto restringendo ulteriormente la congestione verso la parte bassa del canale senza mai riuscire (soprattutto nella seconda metà di maggio) a superare la soglia dei 122 euro.

Dopo tanta pressione ribassista, probabilmente è arrivato il momento per una reazione e ci sono buone possibilità per le prossime giornate di assistere ad un rimbalzo, che sarà sicuramente lento ma forse profittevole. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 118,82 con target nell’intorno dei 122 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 117 con obiettivo molto vicino al livello 115. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a metà maggio. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 42.


L’andamento di breve termine del titolo VOLKSWAGEN

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *