Zalando: a Francoforte titolo KO dopo profit warning - Borsa e Finanza

Zalando: a Francoforte titolo KO dopo profit warning

Zalando: titolo KO dopo profit warning

Alla Borsa di Francoforte crolla il titolo Zalando dopo che la società ha abbassato le stime sugli utili per l’anno in corso. Il peggioramento delle condizioni macro-economiche, con un inflazione che rimane sui massimi degli ultimi decenni, hanno spinto il colosso europeo del retail a tagliare gli utili dai precedenti 510-430 milioni di euro agli attuali 180-260 milioni di euro. A pesare sui conti della società anche gli acquisti online che, con la fine delle restrizioni per la pandemia, sono scesi sensibilmente.

In questo contesto il fatturato passa dal precedente +3/+7% all’attuale 0/3% ed il management ha anche confermato che il trimestre in corso vedrà risultati molto al di sotto delle attese degli analisti. Inutile sottolineare che questo nuovo profit warning sorprende fino ad un certo punto, anche perché nelle settimane passate alcuni colossi statunitensi (Target in primis) avevano già rivisto al ribasso i target per l’intero 2022.

 

Azioni Zalando: analisi tecnica e strategie operative

Andiamo ora a vedere come il titolo sta reagendo dopo queste notizie. Dopo essere sceso nelle prime ore della giornata fin verso la soglia dei 21 euro, il titolo Zalando sta recuperando velocemente le perdite con i prezzi che passano di mano nei pressi dei 25 euro. In questo contesto dobbiamo sottolineare che l’impostazione di fondo dell’azione rimane sempre confermata al ribasso, con le quotazioni che solo 11 mesi fa erano sui top di periodo oltre i 104 euro.

Nel breve termine il ritorno oltre i 25 euro potrebbero innescare un recupero dei prezzi che avrebbero un primo target sui 27,50 euro e successivamente i 30 euro. Nel caso in cui si dovesse realizzare questa view, il movimento verrebbero sempre catalogato come un normale rimbalzo tecnico e sarà solo oltre i massimi di maggio 2022 posti sui 39 euro che si avrebbe un segnale di forza.

Al contrario la mancata ripresa dei 25 euro confermerebbe la view discendente in atto, con possibili nuovi ritorni in direzione dei minimi odierni. Nel caso in cui anche quest’ultimi livelli dovessero essere rotti aumenterebbero sensibilmente le chance per l’azione di andare a rivedere nuovi minimi di periodo.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.