Banca Ifis: il dividendo diventa progressivo, cosa fare con l’azione in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Banca Ifis: il dividendo diventa progressivo, cosa fare con l’azione in Borsa?

Villa Furstenberg, la sede di Banca Ifis

Banca Ifis

ha comunicato che la nuova politica di dividendo diventerà progressiva, una decisione presa per festeggiare i 40 anni di attività e annunciata dal presidente di Banca Ifis, Ernesto Fürstenberg Fassio, nell’ambito dell’evento 40 Next.

“Il consiglio di amministrazione ha avviato un progetto di revisione delle attuali politiche di dividendo con l’obiettivo di formalizzare una nuova policy che salvaguardi la solidità patrimoniale della banca e soddisfi le aspettative dei soci di ritorno del proprio investimento, in linea con le best practice italiane ed europee”, ha spiegato il numero uno del gruppo finanziario. “Questa nuova policy potrebbe prevedere il passaggio a una politica di dividendo da stabile a progressiva, attraverso un meccanismo di incremento del payout ratio che remuneri gli azionisti, sempre soddisfacendo il fabbisogno di capitale della banca” ha proseguito, precisando che le modifiche alla policy restano comunque soggette “all’attuale contesto macroeconomico e regolamentare”. Nel 2022 Banca Ifis ha erogato 1,4 euro per azione, con un dividend yield pari al 9,86%, il più alto tra le banche italiane.

Lo scorso anno Banca Ifis ha raggiunto i migliori risultati finanziari della sua storia: l’utile netto si è attestato a 141,1 milioni di euro (+40%), superando l’obiettivo previsto dal Piano industriale per il 2023. Come conseguenza è stata rivista al rialzo la guidance sugli utili per il 2023 da 137 a 150 milioni di euro. In crescita del 47% a 184 milioni il valore del brand dal 2019 ad oggi. “Abbiamo subito un impatto limitato dall’aumento dei tassi grazie al mix di raccolta. La liquidità ha un costo, ma intendiamo continuare a mantenerla alta” ha detto Furstenberg che ha annunciato anche una focalizzazione sulla crescita per linee esterne con possibili acquisizioni nei settori tecnologico, npl e fintech.

 

Banca Ifis: le quotazioni rimbalzano sul Supertrend 

Il titolo Banca Ifis sembra essere impostato al rialzo nel breve termine anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+0,60%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno dapprima intrapreso un andamento ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 14,92, per poi invertire drasticamente la rotta fino a raggiungere un massimo a quota 15,09, coincidente peraltro con il prezzo di chiusura

Dopo il massimo toccato sul livello 15,60 lo scorso 27 aprile, l’azione ha intrapreso una fase discendente che si è arrestata in prossimità del supporto rappresentato dall’importante indicatore Supertrend in area 14,50. Da quel momento i corsi stanno lentamente rimbalzando cercando di creare una configurazione a V di stampo rialzista. Nell’immediato, però, non mancheranno sedute di assestamento (eventualmente negative), ma l’obiettivo raggiungere i precedenti massimi nell’intorno dei 15,50 euro sembra oramai alla portata di Banca Ifis.

L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Parabolic Sar mentre la media mobile a 25 è diventata rialzista da inizio aprile. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 56. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 15,10 con target nell’intorno dei 15,50 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 14,92 con obiettivo molto vicino al livello 14,39.


L’andamento di breve termine del titolo BANCA IFIS

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *