BNP Paribas si riserva la call sui nuovi Airbag Cash Collect - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

BNP Paribas si riserva la call sui nuovi Airbag Cash Collect

Una piramide di dadi di legno con disegnato un sacchetto di euro viene affiancata da un uno scudo di piccole dimensioni bianco

Sarà difficile nel 2024 per i mercati azionari statunitensi ed europei ripetere il successo del 2023. Anche se a favore gioca il previsto taglio dei tassi di interesse da parte di BCE e Fed, c’è da scontare un rallentamento economico (se non una recessione) che impatterà sui margini aziendali. In questo scenario gli emittenti di certificati, per costruire prodotti che riescano a mantenere un grado elevato di protezione e un rendimento interessante per gli investitori, ricorrono allo strumento della callability, ossia la possibilità dell’emittente di richiamare anticipatamente il certificato prima della scadenza. È questo il caso dei 18 nuovi certificati Airbag Memory Cash Collect Callable su panieri di azioni lanciati da BNP Paribas. Sono prodotti con una durata complessiva di 3 anni (scadenza al 21 dicembre 2026) che prevedono premi Una foto di Luca Comunian, Distribution Sales Global Markets Italy di BNP Paribas CIBcondizionati tra lo 0,6% e l’1,45% mensile, pari rispettivamente al 7,2% e al 17,4% annuo, con la possibilità di essere richiamati anticipatamente dall’emittente a partire dal 21 settembre 2024 con un preavviso di 3 giorni lavorativi. In tal caso all’investitore viene restituito il valore nominale del certificato, pari a 100 euro.

“Siamo contenti di chiudere il 2023 con una novità, ovvero combinare l’effetto Airbag, che offre una protezione aggiuntiva agli investitori in caso di ribassi dei mercati azionari, con l’efficienza della callability, particolarmente interessante nell’attuale fase di mercato. Continueremo anche nel 2024 a sviluppare nuovi prodotti ed ampliare la nostra gamma per permettere agli investitori di avere a disposizione sempre più strumenti adatti alle loro esigenze e a qualsiasi scenario di mercato” ha commentato Luca Comunian (in foto), Distribution sales, Global Markets Italy di BNP Paribas Corporate & Institutional Banking.

 

Il funzionamento dei nuovi Airbag Cash Collect di BNP Paribas

I certificati Airbag Cash Collect Callable proposti da BNP Paribas prevedono il pagamento mensile di premi condizionati al rispetto del livello Barriera Premio. Questo è posizionato al 60% del valore iniziale delle azioni che compongono i panieri, tranne che per il certificato con ISIN NLBNPIT1XWQ3 su Adobe, Alphabet e C3.AI che ha una Barriera leggermente più ampia, al 50% del valore iniziale.

Se tutte le azioni che compongono il paniere sottostante quotano, alle date di osservazione intermedia, a un livello superiore o pari a quello del livello Barriera Premio, l’investitore riceverà un coupon che va da 0,6 a 1,45 euro a seconda dell’ISIN prescelto. Tutti i certificati dell’emissione sono dotati di effetto memoria, che permette di incassare gli eventuali premi non incassati in precedenza nella prima occasione utile in cui se ne verificano le condizioni.

A partire dal nono mese di vita del certificato, ossia dal 21 settembre 2024, entra in gioco la possibilità di richiamo anticipato da parte dell’emittente con un preavviso di tre giorni lavorativi. In questo caso all’investitore verrà restituito l’importo nominale del certificato pari a 100 euro.

Alla scadenza finale, in caso di mancato richiamo anticipato, possono verificarsi due situazioni:

  1. Se alla data di osservazione finale tutte le azioni che compongono il sottostante quotano a un valore superiore o pari a quello della Barriera Premio, il certificato restituisce il valore nominale di 100 euro, il premio relativo all’ultimo mese e gli eventuali premi non incassati in precedenza;
  2. Se anche un solo sottostante, in applicazione del meccanismo del worst of, quota a un valore inferiore alla Barriera, entra in gioco il meccanismo dell’Airbag che riduce la perdita rispetto a quella che si avrebbe se si fosse investito direttamente nel sottostante. In particolare, l’investitore riceverà, in questo secondo caso, un importo commisurato alla performance del peggiore dei sottostanti moltiplicato per il Fattore Airbag, pari a 1,6667 per i certificati con Airbag al 60% e a 2 per quelli con Airbag pari a 50.

 

Per esempio, se da un valore iniziale di 100 il peggiore dei sottostanti si trovasse a scadenza a quota 40 con una Barriera al 50%, l’investitore riceverebbe 40×2= 80 euro. La sua perdita sarebbe dimezzata. L’investimento potrebbe comunque concludersi in guadagno in caso di incasso dei coupon previsti dal certificato.

 

Le caratteristiche dei panieri dell’emissione

I panieri dei certificati Airbag Cash Collect Callable messi in quotazione da BNP Paribas sono composti da due, tre o quattro azioni, italiane ed estere, e caratterizzati dal meccanismo del worst of. È l’andamento del sottostante peggiore a determinare l’esito dell’investimento.

Sei dei panieri sono composti da azioni italiane e di questi tre sono settoriali e contengono solo titoli del settore bancario. In particolare si tratta di:

 

  • ISIN NLBNPIT1XW98 su Intesa Sanpaolo, Unicredit e Banco BPM;
  • ISIN NL BNPIT1XWA7 su Intesa Sanpaolo e Unicredit;
  • ISIN NLBNPIT1XWB5 su Banco BPM e Unicredit;

 

Gli altri panieri italiani hanno per protagoniste Eni, Unicredit e Banco BPM (ISIN NLBNPIT1XWC3); Eni, Enel e Assicurazioni Generali (NLBNPIT1XWD1); Telecom Italia, Moncler e Pirelli (NLBNPIT1XWG4).
Nove panieri sono settoriali. Oltre ai tre sul settore bancario sono presenti i comparti: lusso, linee aeree, auto, tech e green energy.

Tutti i certificati sono dotati di opzione Quanto che li rende immuni dalle variazioni tra l’euro, valuta di definizione del prodotto, e quelle di quotazione delle azioni del paniere sottostante.

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *