Borse: ADX e NYSE firmano accordo su doppia quotazione - Borsa&Finanza

Borse: ADX e NYSE firmano accordo su doppia quotazione

Borse: ADX e NYSE firmano accordo su doppia quotazione

Le Borse Abu Dhabi Securities Exchange (ADX) e New York Stock Exchange (NYSE) hanno firmato un accordo che consente alle società quotate negli Emirati Arabi di accedere a Wall Street attraverso la doppia quotazione. Non solo. Sono previste anche iniziative per lo sviluppo di ETF, dati e indici, nonché azioni legate alla sostenibilità.

“Dare alle società quotate all’ADX l’accesso al mercato statunitense è un vantaggio per tutti”, ha dichiarato John Tuttle, vicepresidente del NYSE. Con “l’accesso al più grande mercato del mondo, vediamo una miriade di opportunità di collaborazione, dalle azioni societarie agli ETF, anche ai prodotti legati ai fattori ESG”, ha aggiunto. Parole che sono state condivise dall’amministratore delegato della Borsa di Abu Dhabi, Abdulla Salem Alnuaimi. “Il memorandum d’intesa contribuirà a fornire accessibilità e visibilità alla borsa di Abu Dhabi, rafforzando la liquidità”, ha affermato.

 

Borse: il Medio Oriente in rampa di lancio

Negli ultimi tempi in Medio Oriente c’è stata un’impennata di offerte pubbliche iniziali grazie soprattutto agli alti prezzi del petrolio e all’afflusso di capitali provenienti da investitori di ogni parte. Ciò ha spinto le banche di tutto il mondo a partecipare godendo delle elevate commissioni di intermediazione. Le quotazioni nel Golfo Persico non si sono arenate neppure dopo lo scoppio della guerra in Medio Oriente tra Israele e Hamas, a testimonianza del fatto che il mercato delle IPO in questo momento è molto caldo e attrae una grande domanda. A giudizio di Alnuaimi il trend dovrebbe continuare per tutto il 2024.

Tutto ciò assume ancora più importanza se si rapporta la situazione mediorientale alla certa crisi generalizzata delle offerte iniziali in altri mercati, dove aziende sono titubanti a diventare pubbliche perché ci sono ancora diversi venti contrari: l’incertezza sui tassi di interesse, le tensioni geopolitiche e il flop di alcune quotazioni recenti molto attese come quella del progettista di chip britannico Arm Holdings e del produttore di sandali tedesco Birkenstock.

La Borsa di Abu Dhabi sta invece cogliendo l’attimo e, prima dell’accordo con il NYSE, aveva già siglato una partnership con l’ICE Global Network di Intercontinental Exchange per l’accesso diretto al mercato degli investitori istituzionali globali. Ciò è perfettamente in linea con l’impegno dell’ICE negli Emirati Arabi, iniziato nel 2021 con il lancio dell’ICE Futures Abu Dhabi in collaborazione con la compagnia petrolifera statale araba. “Entrambi gli accordi contribuiranno a fornire accessibilità e visibilità per il mercato di Abu Dhabi, rafforzando la liquidità”, ha detto. “Penso che vedremo una pipeline positiva durante quest’anno e l’anno prossimo sull’ADX”, ha concluso.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *