Brunello Cucinelli: crescita in doppia cifra per i ricavi, azione da acquistare? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Brunello Cucinelli: crescita in doppia cifra per i ricavi, azione da acquistare?

La vetrina di un negozio di Brunello Cucinelli

La “normalizzazione” della crescita nel settore del lusso non sfiora Brunello Cucinelli. All’indomani della presentazione dei risultati del primo trimestre 2024 di Lvmh, con un rallentamento non del tutto inatteso, la griffe di Solomeo prosegue il trend ascendente sulla scia di un anno da record. Archiviato il 2023 con un fatturato che ha superato per la prima volta il miliardo di euro, il brand umbro noto per le creazioni in cashmere continua a correre a doppia cifra chiudendo il primo trimestre con ricavi netti pari a 309,1 milioni di euro (+16,5%).

L’azienda ha continuato a riscontrare importanti ed equilibrati incrementi double-digit in tutte le aree geografiche con una crescita strutturale della domanda nella fascia più alta del lusso nelle Americhe, in aumento del 19,5% a 114,2 milioni di euro, e in Europa (+13,9% a 108,8 milioni). In Italia gli incrementi molto importanti dei primi tre mesi dell’anno (+26,8%) evidenziano la centralità del mercato domestico. Anche l’area asiatica nel primo trimestre 2024 conferma il suo potenziale, con entrate in crescita del 16% a 86,1 milioni di euro. Significativi miglioramenti sono stati raggiunti in tutti i Paesi principali, tra cui Cina, Giappone, Corea del Sud e Medio Oriente. Per quanto riguarda i canali distributivi, le vendite sono salite del 15% nel canale retail e del 19% nel wholesale.

“La bellissima raccolta ordini sulle collezioni autunno-inverno 2024, sia uomo che donna, e la forte positività dei commenti sul nostro stile di lusso gentile ci portano a ribadire con rinnovata convinzione le nostre aspettative per l’intero anno 2024 di una crescita dei ricavi nell’intorno del 10% e di un sano e giusto profitto”, ha commentato Brunello Cucinelli, presidente esecutivo e direttore creativo del brand. “Siamo molto fiduciosi che la ricerca di un prodotto bello, ben fatto, esclusivo e raro sia destinata a continuare nel tempo, riconoscendo l’altissimo valore del lavoro manuale e artigiano”.

 

Azioni Brunello Cucinelli: le quotazioni in ribasso puntano al supporto di quota 90

Le azioni Brunello Cucinelli sembrano essere impostate al ribasso nel breve termine. Dopo il massimo realizzato sul livello 122,90 lo scorso 14 marzo, infatti, l’azione ha drasticamente invertito la propria rotta intraprendendo un perdurante movimento ribassista, accentuato dalla presenza di un gap down rimasto ancora aperto dal 15 marzo a quota 116,4 euro.

L’analisi grafica, al momento, non permette di individuare segnali di inversione né ipotesi di rimbalzi immediati ma, al contrario, suggerisce come questa discesa abbia invece ancora ampi spazi per espandersi. A dispetto degli ottimi fondamentali della società, il primo target ribassista individuabile, infatti, si trova in area 90. Solo a quel punto potrebbero ricominciare gli acquisti dando vita a un pronto recupero delle quotazioni.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 97,95 con target nell’intorno dei 103,20 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 95,80 con obiettivo molto vicino al livello 90. L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a fine marzo. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 37.


L’andamento di breve termine del titolo BRUNELLO CUCINELLI

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *