Buffett, un errore da 5 miliardi di dollari - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Buffett, un errore da 5 miliardi di dollari

Buffett, un errore da 5 miliardi di dollari

Anche i migliori possono sbagliare e Warren Buffett non si è sottratto a questa massima. Il titano della finanza mondiale ha calcolato male il timing per l’uscita parziale dalla partecipazione detenuta in Apple. Un errore che gli è costato un mancato guadagno di circa 5 miliardi di dollari.

 

Warren Buffett: vendita frettolosa delle azioni Apple

Secondo quanto riferito da Berkshire Hathaway – il colosso finanziario guidato da Buffett – nel primo trimestre 2024 la società ha venduto 115 milioni di azioni Apple, corrispondenti al 13% della quota complessiva posseduta nel produttore di iPhone. La vendita si aggiunge a quella fatta da Berkshire Hathaway nell’ultimo trimestre del 2023 per 10 milioni di azioni. In totale, quindi, il conglomerato con sede a Omaha si è sbarazzato di 125 milioni di azioni. Il prezzo di cessione non è conosciuto ma si può fare un calcolo approssimativo di quanto incassato dal gruppo di Buffett e soprattutto dei mancati guadagni considerando che ora le azioni Apple viaggiano ai massimi storici.

Da inizio ottobre a fine marzo le quotazioni delle azioni di Cupertino hanno oscillato tra 165 e 200 dollari. Quindi è ragionevole ipotizzare un prezzo medio di vendita intorno ai 180 dollari per il colosso di Omaha. L’ultima chiusura delle azioni Apple a Wall Street è stata a 213,07 dollari. Moltiplicando 33,07 (213,07-180) per il numero di azioni vendute (125 milioni) si ottiene una cifra di 4,13 miliardi di dollari di perdita teorica per Buffett. Tuttavia, se si considera il massimo storico registrato nell’ultima seduta, ovvero 220 dollari, il mancato guadagno dell’oracolo di Omaha si collocherebbe intorno ai 5 miliardi di dollari. Si tratta di calcoli molto approssimativi, non conoscendo il prezzo effettivo di vendita, ma rendono l’idea del clamoroso errore commesso dal 93enne miliardario. Gli analisti stimano che Buffett abbia probabilmente venduto le azioni nella parte più bassa della forchetta 165-200 dollari, pertanto alla fine il mancato profitto potrebbe essere anche più cospicuo.

 

Cosa spiega il passo falso del grande investitore

Non si può dire cosa abbia spinto Warren Buffett a cedere le azioni Apple, considerando  l’elevata considerazione che il re del value investing ha nei confronti della società di Cupertino. In realtà, nel periodo in cui il grande investitore del Nebraska ha effettuato l’operazione, Apple stava attraversando una fase delicata, con il rallentamento del mercato dell’iPhone, la pressione delle autorità cinesi e il ritardo nel settore dell’intelligenza artificiale.

Negli ultimi due mesi però è arrivata la svolta. In occasione della presentazione dell’ultima trimestrale il management dell’azienda ha acceso le speranze degli investitori sul cambiamento di rotta verso la nuova tecnologia. Speranze rafforzate questa settimana dopo la Worldwide Developers Conference, la conferenza annuale degli sviluppatori in cui la società presenta alcune delle sue più importanti novità riguardo il business. Nell’evento svoltosi alcuni giorni fa Apple ha tracciato un percorso chiaro sull’intelligenza artificiale, annunciando la partnership con OpenAI per integrare il chatbot ChatGPT nei dispositivi Apple come iPhone, iPad e Mac, nonché nell’assistente vocale Siri. Ciò è bastato per far volare le azioni in Borsa fino massimo storico raggiunto nell’ultima seduta che ha riportato la big tech a un passo dal riconquistare il trono di società più capitalizzata del mondo.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *