Calcolo della giacenza media: ecco come fare - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Calcolo della giacenza media: ecco come fare

Ogni anno chi deve presentare la certificazione ISEE per accedere a bonus, prestazioni agevolate, incentivi e sussidi al reddito deve confrontarsi con il calcolo della giacenza media. Per giacenza media si intende infatti l’importo di denaro (i saldi attivi) presente sul conto corrente nell’arco di un anno solare. La giacenza annua media, il saldo del conto o di qualsiasi altro tipo di rapporto finanziario si trovano di solito in un unico documento. Ma cosa si fa se si deve effettuare questo calcolo in autonomia?

 

Il calcolo della giacenza media: ecco come si fa

Con la riforma ISEE varata dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 73782/2015, la giacenza media annua del conto corrente postale e bancario è entrata per la prima volta nel calcolo dell’indicatore. In realtà, l’operazione per ottenere la giacenza media è molto più semplice di quello che appare: basta dividere la somma delle giacenze giornaliere per 365, ovvero i giorni di un anno. Per poter procedere con il calcolo, è quindi fondamentale avere a disposizione l’estratto conto dell’anno di interesse. Va ricordato che il calcolo della giacenza media annua è indipendente dal numero di giorni in cui il conto corrente o deposito risulta attivo.

La formula più comune ed immediata per effettuare questa media aritmetica è sommare tutti i saldi giornalieri e dividere il risultato ottenuto per 365, i giorni dell’anno. Il calcolo alternativo, in particolare per un libretto postale, è sommare le singole giacenze mensili dell’anno e dividere il risultato per 12, il numero dei mesi.

Facciamo un esempio pratico: una persona ha ricevuto sul conto 50 euro ogni giorno per un totale di 250 giorni. Alla fine dell’anno solare la cifra accumulata è pari a 12.500 euro. Per ottenere la giacenza media, questo importo deve essere diviso per 365: il risultato (quindi la giacenza media annuale) è di 34,24 (50 x 250 = 12.500 ÷ 365). Oppure, se sul conto sono attivi nell’anno saldi di 2.000 euro per 100 giorni e 700 euro per 200 giorni, la giacenza media è di 438,35 euro, pari a 20.000 (2.000 x 100) + 140.000 (700 x 200) = 160.000 ÷ 365.

La procedura si può riassumere con questa formula:

 

  • saldi giornalieri x totale dei giorni ÷ 365 (giorni dell’anno)

 

Giacenza media per ISEE con conti cointestati

Nel caso di conti correnti cointestati, quando i titolari di un conto sono due o più persone e naturalmente ogni cointestatario ha gli stessi diritti nella gestione, se i titolari del rapporto sono due il saldo e la giacenza media sono pari al 50%. Questa procedura si applica a scalare: se i cointestatari del conto sono tre scende a 33,3%, se sono quattro a 25% e così via.

Nel caso dell’attestazione ISEE 2023 ordinaria, si prende in considerazione la giacenza relativa al 2021, l’anno solare precedente. In presenza di una giacenza media negativa, nel documento va inserito il valore zero. Il risultato della giacenza media deve essere comunicato anche se il conto corrente è stato chiuso nel corso dell’anno. Inoltre, se il conto è estero e in valuta straniera, la giacenza media deve essere calcolata autonomamente e il risultato deve essere convertito al tasso di cambio.

Se non si è pratici con i numeri per il calcolo in autonomia, nessun timore: solitamente la giacenza media è comunicata in automatico nel documento di sintesi di fine anno da banche e istituti con i quali si intrattengono rapporti. In caso contrario, è sempre possibile richiederla di persona compilando un semplice modello prestampato in filiale o negli uffici postali oppure online tramite home banking e app, come accade nel caso di Poste Italiane.

AUTORE

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Ascolta musica e guarda cinema da quando aveva 6 anni. Orgogliosamente sannita ma romano d'adozione, Alessandro scrive per siti web e riviste occupandosi di cultura, economia, finanza, politica e sport. Impegnato anche in festival e rassegne di cinema, Alessandro è tra gli autori di Borsa&Finanza da aprile 2022 dove si occupa prevalentemente di temi legati alla finanza personale, al Fintech e alla tecnologia.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *