Certificati Digital a capitale protetto: cosa sono e come funzionano
Cerca
Close this search box.

Certificati Digital a capitale protetto: cosa sono e come funzionano

Certificati Digital a capitale protetto: cosa sono e come funzionano

I Certificati Digital a capitale protetto sono dei Certificati d’investimento appartenenti alla categoria ACEPI dei Certificati a capitale protetto. Questo strumento finanziario è un derivato, quanto il suo prezzo e il suo pay off sono influenzati dall’andamento dell’attività finanziaria sottostante. Con questo strumento l’investitore può ottenere un flusso cedolare periodico abbinato alla protezione del capitale investito. I Digital Certificates sono negoziati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana in tutti i giorni di Borsa aperta dalle 9:05 alle 17:30. (QUI il calendario di Borsa Italiana)

 

Certificati Digital a capitale protetto: caratteristiche e funzionamento

Nella loro versione long, i Certificati Digital a capitale protetto permettono al risparmiatore con visione rialzista o di stabilità su una certa attività finanziaria di ottenere una cedola periodica, detta Importo Digital, al verificarsi dell’Evento Digital. Questo evento accade nel momento in cui il sottostante presenta un prezzo pari o superiore al Livello Digital in predeterminate date di valutazione.

Al contrario, i Certificati Digital a capitale protetto nella loro versione short permettono all’investitore con una visione ribassista su un certo sottostante di ottenere l’Importo Digital nel momento in cui si dovesse verificare l’Evento Digital, che avviene quando il sottostante presenta un prezzo pari o inferiore al Livello Digital alle date di valutazione periodiche.

 

Certificati Digital a capitale protetto: gli scenari a scadenza

Se finora abbiamo visto quelle che sono le condizioni per ottenere il pagamento dell’Importo Digital e quindi la remunerazione del proprio investimento, vediamo ora cosa accade alla data di scadenza prevista. In questo caso i Certificati Digital a capitale protetto mettono l’investitore davanti a due scenari. Prendiamo ad esempio la versione long di questi prodotti:

 

  1. Se il prezzo del sottostante è superiore al Livello Digital, l’investitore ottiene il Valore Nominale del prodotto maggiorato dell’ultimo Importo Digital;
  2. Se il prezzo del sottostante è inferiore al Livello Digital, l’investitore ottiene il solo Valore Nominale del prodotto.

 

Certificati Digital a capitale protetto: a chi sono adatti

Questi prodotti sono adatti a quegli investitori con una bassa propensione al rischio e con aspettative di rialzo (con i Certificati Digital versione long) o ribasso (con i Certificati Digital versione short) di un determinato sottostante, sia esso un indice di Borsa, una coppia di valute, una materia prima oppure una o più azioni. Con questi strumenti il risparmiatore può infatti ottenere una protezione totale del capitale e al tempo stesso delle potenziali cedole periodiche.

 

I termini da sapere prima di investire

Come per tutti gli strumenti finanziari, conoscere le terminologie dei Certificati Digital è fondamentale per ogni investitore. Ecco dunque un veloce aiuto per comprendere tutte le voci che tipicamente caratterizzano questa tipologia di Investment Certificate.

 

  • ISIN: codice composto da numeri e lettere che identifica in modo univoco un’attività finanziaria
  • Mercato di quotazione: mercato dove il Certificate è quotato
  • Scadenza: data oltre la quale il Certificato osservato perde di validità
  • Ultimo giorno di negoziazione: ultimo giorno in cui il Certificato può essere negoziato
  • Sottostante: l’attività finanziaria che determina il prezzo e la performance del Certificate
  • Livello Strike (o Valore Iniziale): valore del sottostante fissato alla data di rilevazione iniziale in sede di emissione del Certificato
  • Parità: quantità di Certificati necessaria per acquistare un’unità del sottostante
  • Livello Digital: soglia stabilita in fase di emissione che determina l’Evento Digital
  • Importo Digital: ammontare che viene pagato all’investitore nel caso in cui il sottostante alla data di valutazione intermedia o finale sia pari o superiore al Livello Digital

 

 

AUTORE

Redazione

Redazione

Composta da professionisti dell’informazione finanziaria di lungo corso, la redazione di Borsa&Finanza segue in modo trasversale i contenuti offerti dal portale. Oltre a seguire le news e le novità più importanti del panorama finanziario italiano e internazionale, il team dedica ampio spazio a realizzare guide e approfondimenti educational utili a migliorare le conoscenze degli investitori sia sul fronte della finanza personale che su quello degli investimenti, spiegando strutture, funzionamento, pregi e difetti dei diversi strumenti finanziari presenti sul mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *