Certificati: le opportunità dei Sotto 100 di Banca Akros - Borsa e Finanza

Certificati: le opportunità dei Sotto 100 di Banca Akros

Sotto 100, la proposta di Banca Akros

I mercati azionari stanno vivendo un 2022 di passione con ribassi che nel primo semestre dell’anno sono arrivati al 20% per alcuni dei principali indici globali. A spingere le Borse al ribasso diversi fattori: l’impennata dell’inflazione, l’accelerazione nell’aumento del costo delle materie prime dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, la rincorsa ai prezzi al consumo iniziata in ritardo dalla FED a cui si accoderà in luglio anche la BCE e la probabilità di una recessione che per molti analisti è quasi una certezza.

In uno scenario siffatto è difficile trovare delle opportunità su cui investire e il rischio è che, pur comprando a prezzi bassi, si potrebbe dover assistere a nuove vendite. Questo stesso scenario complicato permette invece di trovare delle occasioni nel mondo dei certificati di investimento, in particolare quelli a capitale protetto che restituiscono, alla scadenza, i 100 euro di valore nominale in qualsiasi scenario e che possono essere acquistati sul mercato secondario a prezzi inferiori al valore nominale. Vengono di solito indicati con il nome di Sotto 100. Banca Akros ne ha individuati alcuni, tra le sue emissioni, quotati sul SeDeX e sull’EuroTLX di Borsa Italiana, che forniscono un rendimento minimo annualizzato interessante a fronte di un costo di acquisto inferiore al valore nominale.

 

I Sotto 100 individuati da Banca Akros

Tra i certificati che quotano al di sotto dei 100 euro selezionati da Banca Akros ci sono diverse opportunità a capitale protetto. Alcuni prevedono anche il pagamento di coupon, uno o due, entro la scadenza finale. In questo caso il pagamento, tuttavia, è legato al rispetto di una condizione. Tutti hanno una quotazione inferiore ai 100 euro di valore nominale contro un rimborso a scadenza di 100 euro, qualsiasi sia l’andamento del sottostante. La tabella riporta la selezione con i valori di acquisto rilevati il pomeriggio del 15 luglio 2022. Si va da un rendimento minimo ma certo dell’1,21% (1,61% annualizzato) del certificato con la scadenza più breve, il Borsa Protetta con Cedola con Isin IT0005330318 che ha per sottostante l’indice Euro Stoxx Select Dividend 30, all’8,63% (2,4% annualizzato) del certificato con Isin IT0005399594 con sottostante l’indice Euro Stoxx 50 che scade l’11 marzo 2026.

 

I sotto 100 di Banca Akros

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.