Criptovalute: Goldman Sachs firma primo scambio opzioni OTC su bitcoin
Cerca
Close this search box.

Criptovalute: Goldman Sachs firma primo scambio opzioni OTC su bitcoin

Criptovalute: Goldman Sachs firma primo scambio opzioni OTC su bitcoin

Il mercato delle criptovalute mette un altro tassello importante nello sviluppo presso gli investitori istituzionali. Goldman Sachs ha effettuato uno scambio di un’opzione non consegnabile su bitcoin con il broker-dealer Galaxy Digital. La comunicazione è arrivata in maniera congiunta stamattina dalle 2 società. L’anno scorso Goldman Sachs ha iniziato a negoziare prodotti su bitcoin presso il Chicago Mercantile Exchange, ma ora la banca d’affari americana si spinge oltre e si assume maggiori rischi operando in un mercato over the counter.

Il co-Presidente di Galaxy Digital, Damien Vanderwilt, ha dichiarato che questo è il primo passo che le banche fanno per offrire esposizioni dirette e personalizzabili per conto dei loro clienti nel mercato delle criptovalute. Inoltre, ha aggiunto, che le opzioni sono molto più rilevanti rispetto ai futures o ad altri prodotti borsistici e questo implica che le banche stiano dando fiducia alle valute digitali come un settore maturo.

Max Minton, responsabile delle risorse digitali di Goldman Sachs per l’Asia, ha affermato che questo è uno sviluppo importante delle capacità della banca di operare con le risorse digitali e verso una più ampia evoluzione dell’asset class. Per questo Goldman è lieta di aver eseguito il primo scambio di opzioni di cripto con regolamento in contanti e senza consegna del sottostante.

Andrei Kazantsev, responsabile globale del trading di criptovalute di Goldman, aveva riferito a dicembre come l’istituto finanziario avesse ricevuto grandi richieste da parte dei clienti riguardo le opzioni in valute digitali. Ora Kazantsev ha affermato che il prossimo grande passo sarà quello di uno sviluppo del mercato delle opzioni.

 

Criptovalute: Goldman Sachs entra sempre più nel settore

La collaborazione tra Goldman Sachs e Galaxy Digital comunque non è altro che una continuazione della partnership che vi è da parte dei 2 istituti per apportare miglioramenti alle proprie capacità crittografiche. Galaxy ad esempio ha facilitato il lancio da parte di Goldman del prodotto di trading di futures bitcoin per il CME nel giugno del 2021. Inoltre, la banca USA offre ai suoi clienti un’esposizione alla cripto ether per mezzo del Galaxy Ethereum Fund.

In generale, oltre ad aver fatto una mossa storica nel settore delle criptovalute con il lancio dei primi servizi di trading per derivati bitcoin ed ether, il gigante bancario ha sostenuto Circle, la società che sviluppa la tecnologia blockchain e gestisce USD Coin, la seconda stablecoin per capitalizzazione. Questo conferma un coinvolgimento ormai divenuto totale per la banca d’affari e potrebbe essere da riferimento per altri. In questo Vanderwilt di Galaxy si aspetta che l’ultima transazione con Goldman apra le porte ad altre banche per considerare il mercato OTC un canale per il trading di asset digitali.

 

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *