Criptovalute: in arrivo l'M&A più grande di sempre - Borsa e Finanza

Criptovalute: in arrivo l’M&A più grande di sempre

Criptovalute: in arrivo la più grande M&A di sempre

Negli Stati Uniti sta per realizzarsi la più grande operazione di M&A del settore delle criptovalute che non riguarda una SPAC, continuando il ritmo record che si è visto lo scorso anno. Adesso la fintech Bolt Financial ha lanciato un’offerta di acquisizione della startup di servizi crittografici Wyre Payments per un valore di 1,5 miliardi di dollari.

L’operazione, che dovrebbe concludersi entro fine anno, supera l’acquisizione da parte di Galaxy Digital Holdings di BitGo per 1,2 miliardi di dollari avvenuta a maggio del 2021. L’acquisizione consentirà ai rivenditori di Bolt di accettare criptovalute come pagamento per beni e servizi. Non solo, permetterà anche l’acquisto di NFT utilizzando le API di Wyre o le interfacce di programmazione dell’applicazione.

Nei primi 3 mesi di quest’anno, le fusioni e acquisizioni sono arrivate a circa 1,25 miliardi di dollari. Quindi, con questo affare si indirizzerebbero verso la buona strada per superare il record di 4,9 miliardi di dollari del 2021. L’anno scorso vi è stato però il boom delle criptovalute, con il mercato che nel mese di novembre ha raggiunto una capitalizzazione di oltre 3.000 miliardi di dollari. Negli ultimi mesi però vari fattori hanno remato contro, come la prospettiva di aumento dei tassi d’interesse e le tensioni geopolitiche derivanti dalla guerra Russia-Ucraina, che hanno allontanato gli investitori dalle attività rischiose

 

Bolt e Wyre: chi sono e cosa fanno

Bolt è un’azienda specializzata nei pagamenti digitali, fondata nel 2014 da Ryan Breslow e ha sede a San Francisco. Nei primi anni la società ha gettato le basi formando un team di 10 persone che hanno lavorato alacremente per costruire una struttura di pagamento innovativa. La crescita è stata evidente negli ultimi 5 anni, con la fintech che ha raccolto circa 1,3 miliardi di dollari di capitale di rischio. Questo ha consentito di ampliare e aggiornare la tecnologia, acquisire società per accrescere l’offerta di prodotti ed estendersi a livello internazionale in Europe e in Asia.

La squadra ora è formata da più di 1.000 membri, con oltre 300 rivenditori. L’obiettivo dell’azienda è quello di insidiare colossi nei pagamenti e nelle operazioni digitali come PayPal e Apple. Il suo checkout con un clic è progettato per consentire ai suoi clienti di operare in maniera rapida ed efficiente, vivendo un’esperienza simile a quella che i clienti possono sperimentare su Amazon. La società oggi è valutata circa 11 miliardi di dollari.

Wyre è una società crittografica fondata nel 2013 e ha anch’essa sede a San Francisco. L’azienda sviluppa software per supportare i pagamenti basati su blockchain, offrendo servizi a clienti al dettaglio e istituzionali. Attraverso la rete Visa, nel 2021 gli utenti di Wyre hanno potuto spostare denaro tra monete virtuali e valute fiat. Wyre è partner di altri attori importanti nel mondo delle criptovalute, come Metamask e OpenSea.

 

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

IPO: FCA propone nuove regole per attrarre fintech e startup

Nvidia: delude l’outlook dei prossimi mesi. Nuovi target al ribasso?

Apple: la produzione di iPhone verrà ridotta quest’anno

Terra: avviato un nuovo piano per rilanciare la cripto Luna

Unicredit studia uscita da Russia, cosa fare con le azioni in Borsa?

Lascia un commento