Dairy Queen: ecco Stackburger per l'azienda di Buffett - Borsa e Finanza

Dairy Queen: ecco Stackburger per l’azienda di Buffett

Dairy Queen: in arrivo Stackburger per l'azienda di Warren Buffett
Dairy Queen è pronta per lanciare Stackburger, la nuova linea che rappresenta la più grande espansione del menu della catena di fast food degli ultimi 20 anni. L’azienda di proprietà di Dairy Queen International è controllata dalla Berkshire Hathaway di Warren Buffett, che l’ha acquisita nel 1997 per 585 milioni di dollari. Il gruppo presenterà panini con doppi e tripli hamburger, in aggiunta ai menu delle sedi DQ Grill & Chill, che rappresentano circa il 72% degli oltre 3.300 ristoranti americani di Dairy Queen. Stackburger sbarcherà anche in Canada, tra l’altro.
Il lancio sarebbe dovuto avvenire già avvenire nell’autunno del 2021, ma la crisi di manodopera e i problemi rilevati alla catena di approvvigionamento hanno convinto il management aziendale a rinviare l’uscita. Per circa 10 mesi Dairy Queen ha effettuato test a Birmingham, in Alabama; Sioux Falls, in Dakota del Sud; e South Bend, nell’Indiana. Inoltre, sono stati inclusi anche i ristoranti siti nelle province canadesi dell’Ontario e dell’Alberta.
Poi la pandemia ha generato alcuni slittamenti a causa di chiusure varie, generando una diminuzione significativa delle vendite nella primavera 2020 quando è stata annunciata. A partire dall’estate però gli affari hanno ripreso a camminare spediti e, in quell’anno e nel successivo, il fatturato è cresciuto del 17% rispetto al periodo pre-pandemico. Solo nel 2021, le vendite sono aumentate del 18% a 224,7 milioni di dollari.

Dairy Queen: il progetto Starbucks partito 5 anni fa

Le catene di ristoranti quindi si stanno attivando per proporre novità ai loro clienti in modo da poter sostenere l’alta competitività. Ad esempio Panera Bread ha aggiunto elementi come la pizza con focaccia nel suo menu, mentre IHOP di Dine Brands ha puntato sugli hamburger.
La mossa di Dairy Queen giunge in un periodo in cui la richiesta è molto alta, ma è da 5 anni che l’azienda sta cercando di rivedere il proprio menu. Finora si è specializzata in 2 linee di prodotto: pollo e hamburger. Tuttavia, ha dato priorità al rinnovamento delle sue offerte sul pollo, prima di concentrarsi sugli hamburger. L’Amministratore Delegato Troy Bader ha affermato che Dairy Queen era orgogliosa dei suoi panini, ma sapeva che avrebbe potuto dare di più.
Un aspetto importante è quello che riguarda gli hamburger a base vegetale, testati e aggiunti nel loro menu da parte di alcuni big del fast food come McDonald’s. Bader ha puntualizzato che gli Stackburger presentano moltissime novità, il che richiede molto lavoro per i franchisee. Quindi non si è voluto appesantirlo aggiungendo troppi articoli. Ad ogni modo, rimarca il CEO aziendale, le proteine di origine vegetale sono una cosa che l’azienda continua a monitorare per vedere quale ruolo possano svolgere all’interno del sistema Dairy Queen.

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

Post correlati

Coinbase: Cathie Wood non perde la fiducia e accumula azioni

Stripe: cos’è e come funziona la piattaforma per inviare e ricevere pagamenti

McDonald’s lascia la Russia: a Wall Street cosa fare con titolo?

BSN: cos’è e come funziona la blockchain non crittografica della Cina

Obbligazioni: con prezzi in discesa sono un’occasione d’acquisto?

Lascia un commento