Deutsche Telekom: governo vende azioni per 2,5 miliardi - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Deutsche Telekom: governo vende azioni per 2,5 miliardi

Deutsche Telekom: il governo vende il 2,2% delle azioni per 2,5 miliardi

Le azioni Deutsche Telekom sono in discesa di oltre due punti percentuali oggi alla Borsa di Francoforte, a seguito della vendita da parte del governo tedesco di una quota della partecipazione detenuta nel colosso delle telecomunicazioni. Secondo quanto appreso da fonti di informazione governative, la Germania ha ceduto il 2,2% – equivalente a 110 milioni di azioni – a investitori istituzionali attraverso l’istituto di credito statale KfW, a un prezzo di 22,13 euro cadauna. La valutazione corrisponde a uno sconto del 2,25% rispetto all’ultimo prezzo di chiusura del titolo Deutsche Telekom a 22,64 euro.

Dall’operazione lo Stato tedesco ha incassato 2,5 miliardi di euro e ora rimane circa con il 27,8% della società bancaria, quota detenuta in partecipazione diretta al 13,8% e tramite la banca pubblica KfW al 14%. Lo Stato rimane ancora il principale azionista dopo la privatizzazione del gruppo effettuata nel 1995. In una nota KfW ha anche precisato che saranno fatti altri passi per la privatizzazione della società, sfruttando le “attuali buone condizioni di mercato”.

 

Ecco a cosa servirà la vendita del governo

Il Ministero delle finanze tedesco ha fatto sapere che i proventi ricavati dalla vendita della partecipazione in Deutsche Telekom saranno utilizzati per rafforzare il capitale del gruppo ferroviario Deutsche Bahn e per “espandere l’infrastruttura ferroviaria in Germania”. Deutsche Bahn ha appena completato la vendita di Arriva Group a I Squared Capital, un investitore globale indipendente leader nel settore delle infrastrutture.

Per investire nelle ferrovie, quest’anno KfW ha anche venduto circa 50 milioni di azioni della sua partecipazione nella società di logistica DHL, abbassando la quota dal 20,5% al 16,5%, ma soprattutto raccogliendo 2,17 miliardi di euro. Il governo non intende fermarsi e attraverso i documenti del Ministero delle finanze ha riferito di voler raccogliere fino a 4 miliardi di euro quest’anno con la vendita di partecipazioni in varie aziende pubbliche.

 

Deutsche Telekom: l’aumento dei buyback

La compagnia tedesca ha anche annunciato l’aumento temporaneo del riacquisto settimanale di azioni, contestualmente all’operazione di vendita della quota da parte del governo. La società porterà il limite massimo dei buyback a poco oltre 200 milioni di dollari, rispetto ai 60 milioni di dollari precedenti. Questo potrebbe essere un buon motivo per acquistare le azioni in Borsa, considerato anche che la società distribuisce un dividendo di 0,77 euro per azione (esercizio 2023), in aumento del 10% rispetto alla cedola del 2022 e con un rendimento sul prezzo attuale delle azioni del 2,6%. In particolare, il payout corrisponde a una cifra fino al 60% dell’utile per azione rettificato, che si prevede crescerà a oltre 1,75 euro nel 2024.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *