DiaSorin, dopo accordo con Barda l’azione continuerà a salire? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

DiaSorin, dopo accordo con Barda l’azione continuerà a salire?

DiaSorin analisi

Nel corso del mese di ottobre DiaSorin, società specializzata nella diagnostica ha proseguito l’espansione mediante nuove partnership e acquisizioni. Di particolare importanza potrebbe essere la collaborazione avviata con Barda (Biomedical Advanced Research and Development Authority) attraverso la controllata DiaSorin Molecular, al fine di supportare la convalida clinica del Liaison Nes, la nuova piattaforma Point of Care molecolare per la diagnosi di prossimità delle malattie infettive, e ottenerne l’approvazione 510(k) da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense.

Grazie a questo nuovo strumento anche operatori non qualificati possono eseguire test di presenza di agenti patogeni, quali virus o batteri, utilizzando la tecnologia della diagnostica molecolare, consentendo la diffusione dei test sul territorio anche al di fuori del contesto ospedaliero. Il Liaison Nes consentirà inoltre ai pazienti di ridurre tempi e costi nell’ottenere il risultato diagnostico in quanto fornisce risultati rapidi (circa 15 minuti). Lo strumento infine agevolerà l’approvvigionamento dei test, grazie all’estesa stabilità dei kit a temperatura ambiente e alla funzione di riordino automatico.

 

DiaSorin, l’analisi grafica: i  minimi crescenti sostengono le quotazioni

Il titolo DiaSorin sembra essere impostato al rialzo nel breve termine anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di venerdì (+2,01%). Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 130,90, per poi ritracciare leggermente sul finale andando a chiudere a quota 129,20. Ciò che emerge subito dall’osservazione del grafico daily è che le quotazioni, dopo aver superato al rialzo l’indicatore Supertrend il 17 ottobre scorso, hanno avuto due successivi ritracciamenti, entrambi sostenuti dalla media mobile a 25, ma uno meno pronunciato dell’altro. In sostanza, due minimi crescenti che forniscono all’azione argomentazioni sufficienti per sostenere che il rialzo in corso possa mantenersi ancora per diverso tempo.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 130,90 con target nell’intorno dei 135,20 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 126,50 con obiettivo molto vicino al livello 120,25. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Parabolic Sar, mentre l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 54.

 


L’andamento di breve termine del titolo DIASORIN

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *