Azioni Edison: cosa fare in Borsa dopo i risultati 2023? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Azioni Edison: cosa fare in Borsa dopo i risultati 2023?

Nell'immagine una vista dall'alto dell'impianto idroelettrico Edison di Calusco d'Adda, immerso nel verde della valle dell'Adda

Il Gruppo Edison ha archiviato l’esercizio 2023 con un utile di 515 milioni di euro rispetto ai 151 milioni di euro del 2022, su cui gravava un tax rate pari al 74% per l’effetto dell’applicazione dei decreti “extra-profitti”. L’indebitamento finanziario al 31 dicembre 2023 registra un saldo a credito di 160 milioni di euro, rispetto a un debito pari a 477 milioni di euro al 31 dicembre 2022, per effetto principalmente della significativa generazione di cassa dettata dai robusti risultati della gestione operativa. Un risultato che colloca il Gruppo Edison nella posizione migliore per il raggiungimento dei suoi obiettivi strategici sul fronte della sicurezza e della transizione energetica.

Il margine operativo lordo (Ebitda) si è attestato a 1.808 milioni di euro, registrando una crescita del 71% rispetto al 2022 grazie al forte contributo delle attività rinnovabili e soprattutto alla ripresa della produzione idroelettrica dopo la forte siccità dell’anno precedente, oltre che all’apporto positivo di Edison Energia nel segmento Gas&Power, con 2 milioni di contratti nel 2023, e dei servizi energetici e ambientali di Edison Next. Al risultato ha concorso anche la buona performance del portafoglio gas, nonostante il forte impatto negativo causato dalla mancata consegna di Gnl dagli Stati Uniti che ha indotto la società ad avviare un contezioso arbitrale contro Venture Global Calcasieu Pass LLC presso la London Court of International Arbitration.

In considerazione dell’attuale contesto di mercato caratterizzato da un’elevata incertezza economica, geopolitica e da uno scenario prezzi di gas ed elettricità in flessione, il Gruppo Edison prevede comunque per il 2024 un livello minimo di Ebitda di 1,5 miliardi di euro.

A riconoscimento dell’impegno del Gruppo nella gestione e monitoraggio degli aspetti ambientali, sociali e di governance nell’ambito delle proprie attività, Edison ha ottenuto a fine 2023 il rating Esg da Sustainalytics con un punteggio pari a 24,9 che, sulla base della metodologia adottata, attribuisce alla società un indice di “rischio medio” e ne conferma il forte livello di controllo nella gestione dei rischi Esg, collocando Edison nel primo terzo delle utility valutate a livello mondiale dalla società di rating del Gruppo Morningstar.

 

Azioni Edison Risparmio: dopo il rally le quotazioni in ipercomprato

Le azioni Edison (quotata la sola categoria Risparmio) sembrano essere impostate al ribasso nel breve termine. Dopo una fase di congestione maturata a inizio febbraio, l’azione è esplosa al rialzo con un rally davvero impressionante fino ai prezzi attuali. Il tutto senza alcun tipo di fisiologico ritracciamento e con solo una giornata negativa (lunedì scorso). Ora però sembra davvero arrivato il momento di uno storno che rappresenti una presa di beneficio dei guadagni fin qui ottenuti, anche in virtù del fatto che l’oscillatore RSI si è posizionato nella sua area di “ipercomprato” vicino al livello 75. Quindi, per l’immediato futuro, è atteso un (moderato) calo dei corsi che permetta agli operatori di entrare sul titolo a prezzi più convenienti, mantenendo comunque intatta l’impostazione positiva di fondo di Edison Risp.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è da sconsigliare, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte già alla violazione di quota 1,620 con obiettivo molto vicino al livello 1,574. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti a metà dello scorso mese. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal.


L’andamento di breve termine del titolo EDISON RISP.

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *