Facebook: si dimette capo progetto criptovalute, cosa significa?

Facebook: si dimette capo progetto criptovalute, cosa significa?

Facebook: si dimette il capo del progetto criptovalute, cosa significa per l'azienda?

Facebook perderà una pedina importante nello scacchiere aziendale riguardo il mondo delle criptovalute. Il capo della divisione portafoglio digitale David Marcus ha annunciato le sue dimissioni a far data dalla fine dell’anno in corso. La ragione di questa scelta è dettata dal fatto che l’ex dirigente di PayPal vorrebbe perseguire progetti imprenditoriali al di fuori di Meta Platform.

Subito dopo su Twitter Marcus ha ringraziato Mark Zuckerberg per l’opportunità ai progetti di Novi e Diem, definiti come il “lavoro più orientato alla missione e intellettualmente stimolante.” Ricordiamo che Novi è un portafoglio digitale e un sistema di pagamento che l’azienda ha lanciato nel mese di ottobre e che si basa sul trasferimento di denaro tra diversi Paesi attraverso l’utilizzo di una stablecoin ancorata al Dollaro americano denominata Pax Dollar.

Nel breve Novi potrebbe essere integrata nelle piattaforme Messenger e WhatsApp, stando alle comunicazioni societarie. Diem invece è una stablecoin, precedentemente chiamata Libra, sviluppata insieme ad altri big del settore tech come Uber Technologies, Coinbase e Spotify. Pronta la risposta da parte di Zuckerberg, che sulla pagina Facebook di Marcus ha reso omaggio alla sua leadership nella svolta che l’azienda ha preso sul mondo digitale.

 

Facebook: cosa significa per l’azienda l’abbandono di David Marcus

Non è la prima volta che Facebook perde pezzi nell’alta dirigenza coinvolta nei progetti Novi e Diem. Negli ultimi 18 mesi almeno un paio hanno lasciato l’azienda e questo fa pensare a molti che la società abbia difficoltà a trattenere i migliori talenti, soprattutto in questo momento cruciale in cui sta destinando molte delle sue risorse alla realizzazione del metaverso.

Secondo Laura Martin, analista di Needham, il gigante di Menlo Park ha iniziato dal digitale ma ora tutto ruota intorno al nuovo regno virtuale con l’obiettivo di spostare la sua strategia aziendale dalla piattaforma di social media. Per questa ragione, a giudizio dell’esperta, potrebbe essere molto costoso in questo momento perdere le persone chiave e andare alla ricerca di altre altrettanto valide.

Ma chi era e cosa ha rappresentato veramente David Marcus per Facebook ? Entrato a far parte dell’azienda nel 2014 come gestore di Messenger, ha guidato gli sforzi del colosso social per espandere l’offerta della piattaforma nel commercio e nel servizio ai clienti. Nel 2018 le sue ambizioni si sono spostate nella tecnologia finanziaria basata sulla blockchain, con l’obiettivo di fare di Facebook un centro dei pagamenti digitali estremamente potente.

Da lì nacque il progetto per la criptovaluta denominata Libra, che si poneva di sviluppare i pagamenti peer-to-peer e una gamma di prodotti finanziari decentralizzati. Il progetto incontrò però diversi problemi di regolamentazione, con le varie Autorità che sollevarono preoccupazioni sia riguardo il riciclaggio che la destabilizzazione delle valute sovrane.

Tutto ciò ha portato alcuni importanti partner a mollare la presa e a farsi da parte. Marcus però ha portato avanti il progetto, sebbene le pressioni abbiano vanificato la speranza di poter vedere una serie di servizi finanziari basati sulla criptovalute sulla piattaforma Facebook in breve tempo. I lavori sono ancora in corso e Libra ha cambiato nome diventando Diem, ma Marcus dal prossimo anno non ci sarà più.

AUTORE

Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI