FeeOnly Summit: consulenti indipendenti a raccolta a Verona

Un 2 dicembre 2021 che vedrà nuovamente tornare Verona al centro della finanza e della consulenza finanziaria italiana. Dalle 9:30 alle 19:30 di quest’oggi si terrà infatti nella città scaligera il classico appuntamento dedicato esclusivamente alla consulenza finanziaria indipendente, con la comunità feeonly che ormai conta oltre 400 professionisti e una cinquantina di società SGF. Numeri peraltro che dovrebbero raddoppiare nel corso dei prossimi 12 mesi.

Se a causa della pandemia l’evento fisico previsto presso il Teatro Ristori di Verona sarà esclusivamente a invito per un numero limitato di operatori, tutti coloro che vorranno assistere alle numerose tavole rotonde che arricchiranno la giornata potranno farlo gratuitamente accedendo alla piattaforma digitale sviluppata per l’edizione 2021 del FeeOnly Summit.

L’evento non è destinato a chi fa già della consulenza finanziaria indipendente la propria professione ma è rivolto e aperto anche a tutti coloro che si stanno avvicinando al mondo FeeOnly: consulenti finanziari che operano per le banche e le reti, giovani appassionati di finanza, professionisti di altri settori come commercialisti e consulenti aziendali e a semplici investitori.

Nel corso delle tavole rotonde, qui il programma completo, verranno trattati temi molto caldi e vicini alle esigenze degli investitori. Ecco dunque che verrà affrontato il binomio sempre più stretto tra tecnologia e finanza, così come verrà sviluppato un tema chiave per la consulenza finanziaria: quello della pianificazione e di come raggiungere gli obiettivi di vita con strumenti efficienti.

L’edizione 2021 del FeeOnly Summit organizzato da Consultique vedrà la partecipazione di Borsaefinanza.it in qualità di media partner. Il responsabile editoriale del portale, Riccardo Designori, sarà tra i protagonisti che animeranno la tavola rotonda prevista dalle 18 alle 19. Dedicato alla consulenza FeeOnly e alle idee per investire, la sessione vedrà la partecipazione al dibattito di Marco Medici (Unicredit), Luca Comunian (BNP Paribas), Jacopo Fiaschini (Vontobel), Marco Occhetti (Leonteq), Boris Secciani (Global Palladium Fund) e Matteo Trotta (Consultique).