Ferrero: ecco come è stato riorganizzato il gruppo della nutella - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Ferrero: ecco come è stato riorganizzato il gruppo della nutella

Ferrero: ecco come è stato riorganizzato l'assetto del colosso della nutella

Il gruppo Ferrero farà capo a tre holding nell’ambito di una riorganizzazione aziendale decisa da Giovanni Ferrero attraverso una fusione. Dopo questa, vi saranno le società Bermic, Gmbf Investments e M2J Holdings come soci di maggioranza della holding lussemburghese Schenkeberg, che controlla tutto il pacchetto della Ferrero International. Quest’ultima possiede 104 società consolidate a livello mondiale e 31 stabilimenti produttivi. Delle tre holding, Bermic e Gmbf Investiments appartengono a Giovanni Ferrero, mentre M2J Holdings fa parte della famiglia di Pietro Ferrero, scomparso nel 2011, tramite la Blue-Lory Ltd, società con sede nelle Isole Vergini Britanniche.

 

Il progetto di fusione e il nuovo assetto del gruppo

Il progetto di fusione è stato depositato il 23 novembre in Lussemburgo e ha riguardato Gmbf Investments e Hamilton Management. Con tale operazione, Gmbf, che ha un pacchetto del 5,9% di Schenkenberg, incorpora Hamilton Management, proprietaria del 20,8% delle azioni della holding di Ferrero International. In questo modo, Gmbf si impadronirà del 26,7% della Schenkenberg, mentre il 49,01% resterà in mano alla Bermic e il 17% alla società lussemburghese M2J Holding, che non sono coinvolte nella fusione.

Gmbf Investment, in questo momento, detiene una partecipazione del 4,06% nella belga CTH Invest, che vale 113,7 milioni di euro e una partecipazione del 5,9% nella Schenkenberg del valore di 1,79 miliardi di euro. Nel complesso, quindi, Gmbf ha in possesso assets per 1,94 miliardi, mentre ha chiuso il bilancio del 2021 con 52,1 milioni di euro di guadagni e 94,7 milioni portati a nuovo.

Hamilton Management possiede il 20,8% di Schenkenberg, quantificato in 4,39 miliardi di euro alla fine del 2021. Nel progetto di fusione è riportato che, in base alla situazione di Hamilton al 31 ottobre 2022, il valore contabile delle attività e passività della società assorbita ammonta a 4,36 miliardi di euro. L’ultimo bilancio dell’azienda rileva una perdita di 5,3 milioni.

Quanto a Bermic, che controlla il 49,01% della Schenkenberg, gli attivi risultano essere di 16 milioni di euro. M2J Holding lo scorso anno ha registrato attivi per 5,46 miliardi di euro, proventi da partecipazioni per 228,7 milioni di euro e un utile di 133,6 milioni

 

Giovanni Ferrero: chi è l’uomo più ricco d’Italia

Giovanni Ferrero è il secondogenito del grande imprenditore Michele Ferrero e ha ereditato la guida dell’azienda a causa della scomparsa prematura del primogenito Pietro, avvenuta nel 2011. Il 58enne di Farigliano non voleva da subito entrare in prima linea nella conduzione del gigante della nutella, ma si è ritrovato a gestire la situazione in maniera encomiabile. Ferrero International, presieduta da Giovanni Ferrero e guidata dal CEO Lapo Civiletti, ha chiuso l’ultimo bilancio consolidato con un fatturato consolidato di 12,7 miliardi di euro, in crescita del 3,4% rispetto all’anno precedente.

Oggi Ferrero è l’uomo più ricco d’Italia, con un patrimonio stimato in 38,6 miliardi di dollari, secondo la classifica stilata da Billionaires Index. La vera notizia però è che Ferrero ha sorpassato un mostro sacro come Mark Zuckerberg nella graduatoria degli uomini più ricchi del mondo. Il re dell’industria dolciaria, infatti, si trova nella 25esima posizione, mentre il numero uno di Meta è scivolato al 29esimo posto con una ricchezza di 36,1 miliardi di dollari, ridimensionata dalle perdite di quasi 90 miliardi del colosso social nell’ultimo anno.

AUTORE

Picture of Johnny Zotti

Johnny Zotti

Laureato in economia, con specializzazione in finanza. Appassionato di mercati finanziari, svolge la professione di trader dal 2009 investendo su tutti gli strumenti finanziari. Scrive quotidianamente articoli di economia, politica e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *