Goldman Sachs: cosa fare con azioni in vista della riorganizzazione?
Cerca
Close this search box.

Goldman Sachs: cosa fare con azioni in vista della riorganizzazione?

Goldman Sachs: cosa fare con l’azione in vista della riorganizzazione

Goldman Sachs ha annunciato qualche settimana fa un piano di riorganizzazione delle sue divisioni interne al fine di guadagnare efficiente. In particolare il gruppo bancario statunitense verrà suddiviso in tre divisioni. Il cambiamento principale sarà però la fusione delle attività di investment banking e trading in un’unica business unit mentre asset e wealth management costituiranno un’altra gamba della società. Infine ci sarà una divisione dedicata alle operazioni bancarie. Non è ancora chiaro quali saranno le conseguenze per i manager di Goldman Sachs anche se, a quanto pare, verranno spostati su nuovi ruoli. Ad esempio, Marc Nachmann, co-responsabile del trading del gruppo, andrà a gestire la divisione che si occupa di gestione patrimoniale (asset & wealth).

La riorganizzazione è l’ultimo passo nella spinta dell’amministratore delegato David Solomon per spostare il baricentro di Goldman Sachs verso attività che generano commissioni costanti in qualsiasi circostanza. Ed è un modo per cercare di superare lo scetticismo, da parte degli investitori e anche tra alcuni dei suoi stessi dirigenti, sulle ambizioni della storica investment bank americana nel consumer banking.

L’attività nel trading e nell’investment banking è stata finora il biglietto da visita del gruppo, che ha permesso di macinare enormi profitti quando i mercati hanno favorito chi assumeva rischi. Profitti che sono però più difficili da sostenere quando le condizioni di mercato cambiano come sta succedendo oggi con la guerra in Ucraina e l’iperinflazione. Grazie alle modifiche previste dal nuovo piano organizzativo Goldman Sachs assomiglierà di più alle altre grandi banche statunitensi.

 

Goldman Sachs: il rally subisce una battuta d’arresto

Quotato a Wall Street il titolo Goldman Sachs è impostato al ribasso nel breve termine, anche in seguito alla performance negativa registrata ieri. Dopo un’apertura in linea con la chiusura precedente, infatti, le quotazioni si sono mantenute tutta la giornata all’interno di uno stretto trading range compreso tra i livelli 342,59 e 349,16. Tale movimento ha permesso all’azione di creare un pattern grafico di analisi candlestick denominato “Doji”, indicante una generalizzata indecisione da parte degli operatori. In realtà l’impressione è che i prezzi, dopo l’importante doppio minimo realizzato in settembre/ottobre in area 288 dollari e il successivo rally rialzista, abbiamo intenzione di ritracciare. Magari non molto e probabilmente con lentezza, ma il recente mancato superamento di quota 357 (resistenza rappresentata dai massimi del 15 agosto e 2 novembre scorsi) è il chiaro segnale di un titolo che ha bisogno di prendere momentaneamente fiato.

L’impostazione algoritmica vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati rialzisti da metà ottobre. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 65. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 349,15 con target nell’intorno dei 360 dollari, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 342,59 con obiettivo molto vicino al livello 330.


L’andamento di breve termine del titolo GOLDMAN SACHS

AUTORE

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *