ILLIMITY BANK COMPRA CREDITI NPL PER 285 MILIONI DI EURO - Borsa e Finanza

ILLIMITY BANK COMPRA CREDITI NPL PER 285 MILIONI DI EURO

llimity Bank annuncia di aver acquistato due portafogli di crediti non-performing (“Npl”) corporate per un valore nominale lordo complessivo di circa 285 milioni di euro (gross book value). Il primo portafoglio, composto da crediti Npl nei confronti di debitori corporate secured (assicurati), è stato acquistato da un primario operatore attivo nel settore dei non-performing loans per un valore nominale lordo di circa 170 milioni di euro.

Il secondo accordo è stato siglato con Unicredit per l’acquisto di crediti Npl nei confronti di debitori corporate prevalentemente secured (garantiti) dal valore nominale lordo di circa 115 milioni di euro.

La Banca, specializzata nell’acquisizione e nella gestione di crediti distressed corporate, annuncia anche di aver concluso con Sorec, Phinance Partners e Cgm Italia sgr la prima cessione di crediti Npl retail per un valore nominale lordo complessivo di circa 182 milioni di euro. Si tratta di crediti nei confronti di oltre 15.000 debitori retail unsecured (non garantiti) rilevati nell’ambito di un’operazione di acquisto di crediti Npl prevalentemente corporate. La cessione dei crediti è stata realizzata a valori in linea con il piano industriale della Banca, che conferma il posizionamento strategico in ambito esclusivamente corporate.

Con queste operazioni, Illimity, il cui portafoglio di crediti ha raggiunto circa 5,6 miliardi di euro di valore nominale lordo complessivo, si conferma uno degli operatori più dinamici nel mercato dei crediti distressed.

Andrea Clamer, Responsabile Divisione Distressed Credit Investment & Servicing di illimity, ha dichiarato: “la divisione ha l’obiettivo di acquistare e gestire crediti distressed (alto rischio) nei confronti di debitori corporate, ritenuto il mercato più attraente per dimensioni e redditività. A seguito delle diverse acquisizioni finalizzate nel corso di questi mesi, il nostro portafoglio presenta una componente di debitori retail che, non essendo in linea con gli indirizzi strategici, potrà essere ceduta nel corso del tempo. L’operazione di cessione annunciata oggi rappresenta la prima operazione di questo tipo ed è un importante traguardo. Continueremo a lavorare in questa direzione cogliendo tutte le opportunità sul mercato”.

Il titolo sta guadagnando in Borsa l’1,21% a fronte di un indice generale che porta a segno +0,78% e un indice delle banche europee che realizza un +2,21%.

AUTORE

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.