Intesa Sanpaolo scommette sul microcredito, cosa fare con l’azione in Borsa? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Intesa Sanpaolo scommette sul microcredito, cosa fare con l’azione in Borsa?

Intesa Sanpaolo rivede al ribasso utile 2022: titolo verso minimi di marzo?

Intesa Sanpaolo punta ancora di più sul microcredito in India. La banca guidata da Carlo Messina ha, infatti, aumentato al 2% la propria partecipazione in CreditAccess India, società attiva nel settore del microcredito che opera con la controllata CreditAccess Grameen, quotata sul mercato indiano. In pratica, Intesa Sanpaolo ha investito altri 13,5 milioni di euro in CreditAccess India per passare da una quota dello 0,7% al 2% nella società “sempre nella logica di ritorno economico coniugata al concreto sostegno alle comunità”, ha spiegato Flavio Gianetti, Executive Director M&A and Group Shareholdings di Intesa Sanpaolo.

Chi è CreditAccess. CreditAccess, fondata nel 2008 da Paolo Brichetti, è diventata leader del microcredito in India e tra le top 10 nel settore a livello mondiale. Attualmente conta circa 4,6 milioni di clienti, 2.300 filiali tra India, Filippine e Indonesia, un portafoglio crediti pari a oltre 2 miliardi di euro e 22.125 dipendenti. Inoltre, vede tra i principali azionisti Olympus Capital, Asia Impact Invest, Asian Development Bank e Conferenza Episcopale Italiana.

Cosa fa. Attiva nella concessione di prestiti a soggetti impossibilitati ad accedere al credito tradizionale per mancanza di garanzie reali, la società si rivolge prevalentemente alle donne, fornendo loro risorse sufficienti a gestire attività imprenditoriali minori – come la vendita di prodotti al dettaglio, il piccolo artigianato e gli allevamenti – considerate parti essenziali del motore dell’economia indiana. I crediti concessi permettono il raggiungimento di un’autonomia lavorativa tale da garantire alle piccole e micro-imprenditrici la piena partecipazione allo sviluppo della famiglia e della comunità.

CreditAccess India conferma l’obiettivo di servire 10 milioni di clienti entro fine 2025. Paolo Brichetti, fondatore e ceo di CreditAccess India, si aspetta “un’ulteriore forte crescita delle nostre attività e manteniamo l’obiettivo di servire 10 milioni di clienti entro fine 2025. In questo percorso, il supporto di una realtà con una visione internazionale come Intesa Sanpaolo è cruciale” in un Paese destinato a diventare nel giro di poco anni la terza economia del mondo, superando, di certo prima del 2030, la Germania e il Giappone, secondo S&P Global e Morgan Stanley.

 

Intesa Sanpaolo, le quotazioni si avvicinano al Supertrend puntando verso i massimi di novembre

Il titolo Intesa Sanpaolo sembra essere impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance positiva registrata nella seduta di ieri (+2,17%). Dopo un’apertura al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo sul livello 2,1375, per poi ritracciare leggermente nel corso del pomeriggio (complice la chiusura per festività della Borsa americana) fino a chiudere a quota 2,1230.
Il doppio minimo toccato a metà dicembre in area 2 euro ha rivitalizzato l’azione che ha lentamente ripreso a salire. Prima raggiungendo la propria media mobile a 25, poi lavorandola con alcune giornate in laterale, fino al suo definitivo superamento che ha portato i corsi vicino all’indicatore Supertrend. Questo livello rappresenta l’ultimo ostacolo da superare, dopodiché il movimento rialzista in corso ha campo libero per recuperare i massimi di metà novembre nell’intorno dei 2,2000 euro.

L’impostazione algoritmica, infatti, vede i prezzi stazionare al di sopra dell’indicatore Parabolic Sar mentre anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’indicatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 57. Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 2,1375 con target nell’intorno dei 2,2000 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 2,0900 con obiettivo molto vicino al livello 2,0335.

 

 

L’andamento di breve termine del titolo INTESA SANPAOLO

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *