Intesa Sanpaolo punta su aerospace, cosa fare con l’azione in Borsa?
Cerca
Close this search box.

Intesa Sanpaolo punta su aerospace, cosa fare con l’azione in Borsa?

Intesa Sanpaolo punta su aerospace, cosa fare con l’azione in Borsa?

Arriva l’ultima call di Up2Stars, il programma di Intesa Sanpaolo dedicato alla valorizzazione delle startup innovative operative nel settore dell’aerospace o nei comparti tecnologici ad essa connessi. Le autocandidature potranno essere presentate fino al 9 ottobre e tra le richiedenti saranno poi selezionate le 10 migliori startup che parteciperanno così al programma di accelerazione erogato da Gellify e al networking di sviluppo con Elite (Gruppo Euronext), Microsoft Italia, Cisco e Opening Future.

La space economy leva dell’economia del futuro. Perché Intesa Sanpaolo ha deciso di puntare sulla space economy? Non solo, spiega Stefano Barrese, responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, l’industria aerospaziale rappresenta “una delle più promettenti leve di sviluppo dell’economia mondiale dei prossimi decenni” ma per di più l’Italia riveste già un “buon posizionamento competitivo nell’export internazionale” del settore, con una quota del 6,9%, forte della filiera industriale strutturata (280 aziende) e ad alto valore aggiunto.

 

Intesa Sanpaolo: quotazioni superano indicatore Supertrend, gap up rimasto aperto a 1,7530

Il titolo Intesa Sanpaolo è decisamente impostato al rialzo nel breve termine, anche grazie alla performance molto positiva registrata nella seduta di venerdì (+5,33%). Dopo un’apertura in gap up (rimasto ancora aperto sul livello 1,7530), infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente rialzista che le ha portate a realizzare un massimo a quota 1,8386, chiudendo sul finale non lontano a 1,8332 euro.

La notizia di cui sopra non è tra le più interessanti, ma è bastata perché l’azione potesse strappare al rialzo andando a superare tutta una serie di resistenze importanti. La prima, grafica, ossia il livello 1,7790 (massimo relativo dello scorso 25 agosto), e poi contemporaneamente la propria media mobile a 25 periodi, l’indicatore Parabolic Sar, fino ad arrivare alle prese con l’indicatore Supertrend.

La fase di congestione, quindi, dovrebbe essere alle spalle e ci sono buone probabilità che il trend ascendente possa continuare anche nelle prossime giornate (prossimo target 1,8676, massimo del 17 agosto), senza però dimenticare che si potrà assistere a qualche seduta negativa di assestamento: che in definitiva, comunque, potranno diventare tutte buone occasioni di acquisto per entrare sul titolo a prezzi più convenienti.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 1,8386 con target nell’intorno dei 1,8676 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 1,8230 con obiettivo molto vicino al livello 1,8000.

 


L’andamento di breve termine del titolo INTESA SANPAOLO

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *