Investv: arriva il giorno della BCE, cosa fare sui mercati? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: arriva il giorno della BCE, cosa fare sui mercati?

Investv: il giorno della Bce

Nella quarta puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, Biagio Milano per la squadra azzurra sfiderà Stefano Sabetta per la squadra gialla. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto dell’8 giugno

Nella puntata di ieri si sono sfidati Pietro Di Lorenzo per la squadra azzurra ed Eugenio Sartorelli per la squadra gialla. Il primo trader ha proposto una strategia rialzista sul nostro indice principale che prevedeva un’entrata su debolezza in area 24.000 punti, con uno stop a 23.750 punti ed un target situato in area 24.500 punti. A fine giornata l’operazione non entrando nell’area indicata non si è attivata. Al contrario il trader della squadra gialla ha scelto il Bund come asset su cui operare. Nello specifico è stata proposta una strategia rialzista con ingresso a 149,65 punti, uno stop a 149,26 punti ed un target situato a 150,20 punti. Anche questa operazione a fine giornata non si è attivata.

 

Investv: i temi della puntata del 9 giugno 2022

I riflettori odierni saranno tutto rivolti verso Francoforte, in attesa che anche la Banca Centrale Europea si possa adeguare alla tendenza al rialzo dei tassi. La maggior parte degli osservatori è convinta che oggi la Bce si limiti a segnalare la fine degli acquisti sul mercato nell’ambito del Qe, lasciando alla Lagarde il compito di illustrare gli strumenti che il board userà nella seconda parte dell’anno. Questi non solo dovranno arrestare l’inflazione che continua a galoppare ma anche evitare un ulteriore rallentamento dell’economia europea. In questo contesto un consiglio arriva dall’Ocse che invita la Bce nell’essere cauta nel rimuovere stimoli per evitare soprattutto l’allargamento degli spread. Infine nel corso della trasmissione andremo a commentare lo storico stop dal 2035, arrivato dal Parlamento europeo, sulle auto a benzina e diesel che salva al momento il marchio Ferrari.

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *