Investv: l'Europa è a rischio recessione. L'allarme della Bce

Investv: focus sull’allarme BCE, Europa a rischio recessione

Nella puntata di Investv di oggi 17 novembre 2022, il format realizzato da Vontobel Certificati, sono protagonisti Pietro Di Lorenzo, per la squadra azzurra, e Eugenio Sartorelli della squadra gialla. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv, come di consueto, è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

Il riassunto del 16 novembre 2022

Ieri 16 novembre 2022, nel corso della puntata di Investv, Riccardo Designori, capitano della squadra gialla, ha effettuato un’operazione sul FTSE Mib. Secondo Designori, nel corso della mattinata di ieri, l’indice italiano ha superato dei supporti importanti. La visione generale sul FTSE Mib rimane comunque molto volatile. Per la squadra azzurra, Nicola Para ha messo in campo un’operazione sul Bund. Il trader ritiene che il Bund sia rimasto attardato rispetto alle altre obbligazioni europee: adesso potrebbe avere la forza per riuscire a recuperare terreno.

Performance della giornata:

  • Riccardo Designori per la squadra gialla: +1,45%;
  • Nicola Para per la squadra azzurra: +5,04%.

Performance totale:

  • Totale squadra gialla: -8,29%;
  • Totale squadra azzurra: +18,24%.

Punteggio: 15-14

Investv: i temi della puntata del 17 novembre 2022

Nel corso della puntata di Investv di oggi 17 novembre 2022, i temi trattati sono: inflazione europea, allarme Bce sulla stabilità finanziaria e dati Target. Di particolare interesse è la diffusione dei prezzi al consumo preliminari in Europa del mese di novembre (la pubblicazione è prevista per le ore 11.00): la stima è che l’inflazione rimanga invariata al 10,7%. Per il 2022 la crescita economica della zona euro è prevista attestarsi al 3,2%, contro il 2,6% delle stime di luglio, mentre nel 2023 sarà pari allo 0,3%, contro l’1,4% stimato in estate. La Commissione europea ritiene che l’economia si possa riprendere solo nel 2024 e possa crescere dell’1,5%.

L’Europa è a rischio recessione tecnica: è l’allarme lanciato dalla Financial Stability Review della Banca Centrale Europea. Lo shock energetico e l’aumento del costo del debito, secondo la Bce, potrebbero portare ad una recessione tecnica nel quarto trimestre 2022 e nel primo trimestre 2023. I mercati, inoltre, non hanno aiutato: il rapido aggiustamento dei prezzi dei bond governativi, l’elevata volatilità e le turbolenze dei derivati sull’energia hanno destabilizzato completamente l’ambiente.

 

AUTORE

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *