Investv, inflazione sorvegliata speciale in Europa e negli Usa

Investv, inflazione sorvegliata speciale in Europa e negli Usa

Oggi 18 novembre 2022, nella puntata di Investv, il format realizzato da Vontobel Certificati, si sfidano Corrado Rondelli, per la squadra azzurra, e Pietro Paciello, per la squadra gialla. Oltre ai protagonisti della gara di trading tra le due squadre, l’ultimo appuntamento di questa settimana con Investv vedrà il consueto focus su alcune soluzioni di investimento tra gli investment certificate firmate da Vontobel. A rappresentare l’emittente elvetico il responsabile del desk italiano, Jacopo Fiaschini. Ricordiamo che l’appuntamento con Investv, come di consueto, è visibile in diretta streaming dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

Il riassunto del 17 novembre 2022

Nel corso della puntata di ieri, giovedì 17 novembre 2022, Eugenio Sartorelli, per la squadra gialla, ha effettuato un’operazione direttamente sul DAX. L’analisi ciclica settimanale dell’indice tedesco, effettuata in prima persona da Sartorelli, ha messo in evidenza che il DAX ha concluso la propria fase di spinta e che adesso si sta apprestando ad affrontare delle sedute di ritracciamento. Per la squadra azzurra, Pietro Di Lorenzo ha messo in campo un’operazione sul FTSE Mib. Il trader ritiene che il minitrend al ribasso, che è iniziato nel corso della giornata di mercoledì 16 novembre, abbia spazio per continuare. Di Lorenzo vede un FTSE Mib ribassista nel corso dei prossimi giorni.

Performance della giornata:

  • Eugenio Sartorelli per la squadra gialla: +2,71%;
  • Pietro Di Lorenzo per la squadra azzurra: non entrata.

Performance complessiva:

  • Totale squadra gialla: -5,58%;
  • Totale squadra azzurra: +18,24%.

Punteggio: 16-14

Investv: i temi della puntata del 18 novembre 2022

I temi della puntata di Investv di oggi 18 novembre sono: l’inflazione europea e la Federal Reserve. Riflettori puntati sull’inflazione europea. L’Eurostat, infatti, ha diffuso il dato finale sull’andamento dei prezzi al consumo nel corso del mese di ottobre 2022. L’incremento annuale dell’inflazione è stato pari al 10,6% rispetto al 9,9% di settembre e rispetto al 4,1% dello stesso mese del 2021. Il dato è risultato essere leggermente inferiore rispetto all’indicazione preliminare, che lo aveva collocato su un +10,7%. A determinare questa rapida crescita dell’inflazione è principalmente la componente energetica, che ha registrato un +41,5% rispetto al mese di ottobre 2021. I prezzi al consumo, su base mensile, hanno registrato un incremento dell’1,5%.

A preoccupare i mercati statunitensi sono state le affermazioni di James Bullard, presidente della Federal Reserve Bank of St. Louis, il quale ha spiegato che la banca centrale Usa dovrà lavorare ancora parecchio, prima di riuscire a portare l’inflazione sotto controllo. Bullard ha poi spiegato che “il tasso ufficiale non è ancora in una zona che può essere considerata sufficientemente restrittiva e che il cambiamento nell’orientamento della politica monetaria sembra aver avuto solo effetti limitati sull’inflazione osservata“.

 

 

AUTORE

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo

Pierpaolo Molinengo, giornalista, ha una laurea in materie letterarie ed ha iniziato ad occuparsi di economia fin dal 2002, concentrandosi dapprima sul mercato immobiliare, sul fisco e i mutui, per poi allargare i suoi interessi ai mercati emergenti ed ai rapporti Usa-Russia. Scrive di attualità, tasse, diritto, economia e finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *