Investv: la caduta di Draghi un Ko per il Ftse Mib - Borsa e Finanza

Investv: la caduta di Draghi un Ko per il Ftse Mib

Investv: la caduta di Draghi un Ko per il Ftse Mib

L’ultima puntata della settimana per Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, vedrà ospite della trasmissione Riccardo Zago con cui andremo a commentare la situazione sui mercati finanziari. Inoltre dalla sede di Francoforte per Vontobel ci sarà Jacopo Fiaschini, a capo del desk italiano dell’emittente, che ci presenterà come investire sul mercato cinese.

Ricordiamo che l’appuntamento con Investv come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 14 luglio

Nella giornata di ieri è stato ospite della trasmissione Filippo Giannini che ci ha presentato una strategia ribassista sull’indice tedesco. Nello specifico è stato proposto un ingresso in area 12.710 punti che prevedeva uno stop posto a 12.820 e con un target a 12.550 punti. A fine seduta l’operazione andando a target ha visto una performance positiva del 6,88%.

 

I temi della puntata odierna di Investv

Dopo il nuovo sell-off a cui abbiamo assistito nella giornata di ieri, l’ultima seduta della settimana si apre all’insegna di una relativa calma. In un contesto generale che rimane debole, l’ultimo elemento che ha innervosito i mercati è la crisi di Governo in Italia con le dimissioni del premier Mario Draghi, respinte dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

In questo contesto i mercati si avviano al primo rialzo dei tassi di interesse in Europa mentre filtrano i primi particolari sullo scudo che la Bce si prepara a introdurre. Nello specifico il Transmission Protection Mechanism dovrebbe prevedere condizioni leggere per i Paesi che lo richiederanno, ma il benestare della Bce è condizionato dai banchieri centrali del Nord Europa.

Intanto, nel secondo trimestre l’economia cinese si è praticamente fermata. Infatti in scia ai vari lockdown il Pil è cresciuto di un modesto +0,4% ampiamenti sotto le attese degli analisti.  Infine nel corso della trasmissione andremo a commentare la situazione presente sul nostro mercato azionari italiano che nella seduta di ieri ha fatto registrare la peggiore performance con le quotazioni che sono scese fin sotto i 20.500 punti. Cosa attendersi nel breve

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.