Investv: mercati in ribasso su downgrade Fitch sul rating USA - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Investv: mercati in ribasso su downgrade Fitch sul rating USA

Investv: mercati in ribasso su downgrade di Fitch sul rating USA

Nella terza seduta della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che ha visto sfidarsi fino allo scorso mese di giugno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, nelle puntate estive è prevista la presenza di un solo ospite. Oggi sarà la volta di Carlo Vallotto. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto di martedì 1 agosto 2023

Nella puntata di ieri è stato ospite della trasmissione Giancarlo Prisco che ha proposto una strategia rialzista sul DAX che prevedeva un ingresso in area 16.442 punti con uno stop posto a 16.383 punti e un obiettivo situato in area 16.526 punti. A fine giornata l’operazione non entrando nell’area indicata non si è attivata.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Hanno aperto in deciso ribasso i mercati azionari del Vecchio continente. Sul sentiment impatta la decisione a sorpresa di Fitch che nella notte ha declassato il rating sul debito USA da tripla A ad AA+. Tra i motivi che hanno portato l’agenzia di rating a questa decisione il possibile deterioramento fiscale nei prossimi tre anni, l’erosione della governance e il crescente onere del debito generale.

Lo scorso mese di maggio Fitch aveva messo sotto osservazione il rating a stelle e strisce. Tra i dati macro da seguire in giornata troviamo quello riguardante la variazione dell’occupazione non agricola statunitense (ADP) che nel mese di luglio dovrebbe attestarsi sulle 197.000 unità, in deciso ribasso rispetto al mese di giugno.

Nel corso della puntata andremo ad analizzare sia la situazione tecnica sui principali indici azionari che sul petrolio che prosegue il suo trend rialzista. Tra i titoli da seguire a Piazza Affari troviamo Iveco che dopo i dati trimestrali ha alzato la guidance sull’anno in corso, Intesa Sanpaolo che ha deciso di chiudere le sue attività in Russia, MediaForEurope che ha terminato il primo semestre con un aumento dell’8% dell’utile operativo e infine Tim con il fondo statunitense KKR che sarebbe pronto a lasciare Sparkle, la società di Telecom Italia che gestisce la rete di cavi sottomarini, nelle mani dello Stato.

AUTORE

Picture of Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *