Investv: per Powell la recessione non è piu un tabù - Borsa e Finanza

Investv: per Powell la recessione non è piu un tabù

Investv: per Powell la recessione non è piu un tabù

Nella quarta puntata della settimana di Investv, format realizzato da Vontobel Certificati che vede sfidarsi ogni giorno due squadre di trader capitanate da Riccardo Designori e Pietro Origlia, Biagio Milano trader della squadra azzurra sfiderà Eugenio Sartorelli. L’appuntamento come di consueto è visibile in diretta streaming ogni giorno dalle ore 10 sul canale YouTube di Vontobel certificati.

 

Il riassunto del 22 giugno

Nella giornata di ieri si sono sfidati  Sante Pellegrino per la squadra azzurra e Riccardo Designori per la squadra gialla. Nello specifico il primo trader ha proposto una strategia rialzista sul nostro indice principale che prevedeva un’entrata in area 21.730 punti, con uno stop a 21.350 punti e un target a 22.050 punti. A fine giornata, con una chiusura del Fib a 21.690 punti, la strategia ha visto realizzarsi una performance negativa del 2,78%. Al contrario il capitano della squadra gialla ha scelto il titolo Eni per la sua operatività. Nello specifico è stato proposto un ingresso in area 11,524 euro, con uno stop a 11,42 euro ed un target situato nei pressi degli 11,89 euro. A fine seduta la strategia, non entrando nei livelli di acquisto, non si è attivata.

 

Investv: i temi della puntata odierna

Non si arresta la debolezza sui principali mercati azionari globali dopo che Powell, in un’audizione dinanzi al Congresso Usa, ha aperto le porte ad una possibile fase recessiva per l’economia a stelle e strisce in scia a quella politica monetaria restrittiva messa in campo dalla Federal Reserve. In questo contesto le materie prime si stanno adeguando all’arrivo di un rallentamento della domanda con l’indice Bloomberg Commodity, al quarto giorno di ribasso, che in queste ore tocca i minimi da fine maggio. Durante la trasmissione andremo come di consueto a dare uno sguardo ai temi più interessanti presenti a Milano. Da una parte prosegue il crollo di Saipem, dopo l’avvio dell’aumento di capitale, e dalla parte opposta il nuovo Piano industriale presentato prima dell’apertura dei mercati da Banca Mps.

 

 

AUTORE

Pietro Origlia

Pietro Origlia

Pietro Origlia, trader indipendente, ha iniziato ad interessarsi dei mercati finanziari all'inizio del 2000, facendone poi una professione tra il 2005-2006. Specializzato nel trading multiday (azioni, valute e materie prime) opera essenzialmente sul mercato italiano. Ha partecipato a vari eventi e manifestazioni in qualità di relatore. Dal 2017 è anche Giornalista Pubblicista. Da gennaio 2022 è entrato a far parte della redazione di Borsa&Finanza.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.