Italmobiliare verso il riassetto generazionale, cosa fare con l’azione? - Borsa&Finanza
Cerca
Close this search box.

Italmobiliare verso il riassetto generazionale, cosa fare con l’azione?

Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana a Milano

Cemital Privital Aureliana Spa

, holding della famiglia Pesenti, ha chiuso un’operazione di accelerated bookbuilding (Abb) sulle azioni Italmobiliare cedendo l’1,3% delle quote (550.000 azioni) per un incasso di 15 milioni di euro.

Il prezzo è stato di 27,5 euro ad azione, con uno sconto del 6% circa sul valore del titolo nel giorno di Borsa precedente e in linea con i valori di Piazza Affari per questo tipo di cessioni fuori mercato. Il titolo è salito del 5% circa nel 2024 e di oltre il 15% nel corso degli ultimi 12 mesi raggiungendo 1,24 miliardi di capitalizzazione.

La famiglia Pesenti, a partire dall’amministratore delgato Carlo, ricorda il “continuo impegno della famiglia, giunta alla quarta generazione, nei confronti del progetto Italmobiliare”. La cessione “consente alla famiglia di concentrare la partecipazione nelle mani dei rami più focalizzati sul business”. Dopo il completamento del collocamento, Cemital Privital Aureliana continua a detenere una quota del 47,6% del capitale sociale e rimane l’azionista di riferimento della società.

L’ingegner Pesenti partiva, prima dell’abb, da una quota aggregata del 50,4% (corrispondente anche ai diritti di voto) attraverso non solo Cemital Privital Aureliana, ma anche Efiparind BV, Efiparind BV & Cie e, con intestazione fiduciaria, CFN Generale Fiduciaria (49,334%) e a titolo personale con l’1,031% del capitale. Aveva rilevato azioni verso la fine del 2023 portando la sua partecipazione sopra il 50% di Italmobiliare per la prima volta dopo vent’anni. Ora l’assetto è tornato ai livelli precedenti.

Equita Sim ha confermato il rating buy e il target price di 40 euro su Italmobiliare, parlando di “notizia inattesa”, senza però vedere ripercussioni sull’equity story a medio termine.

 

Le azioni Italmobiliare arrestano la discesa sul supporto in area 28,10

Le azioni Italmobiliare sembrano essere impostate al rialzo nel breve termine nonostante la performance negativa registrata nella seduta di ieri. Dopo un’apertura al di sopra della chiusura precedente, infatti, le quotazioni hanno intrapreso fin da subito un andamento fortemente ribassista che le ha portate a realizzare un minimo sul livello 28,25.

Dopo il rally che ha caratterizzato l’azione nel mese di marzo, fino a raggiungere un massimo sul livello 33,05 lo scorso 30 aprile, i corsi hanno drasticamente invertito la rotta con un perdurante movimento ribassista, condito anche da un gap down subito ricoperto, che ne ha arrestato la discesa in prossimità del minimo in area 28,10.

Da quel momento, le quotazioni hanno iniziato a lateralizzare all’interno di uno stretto trading range che può essere considerato una fase di accumulazione in ottica rialzista. Nella migliore delle ipotesi, infatti, il titolo dovrebbe realizzare una sorta di configurazione a U che possa riportare le quotazioni nell’intorno di quota 30, dove si trovano le prime resistenze.

Dal punto di vista operativo, pertanto, l’ingresso in posizioni long è consigliabile al superamento del livello 28,90 con target nell’intorno dei 30 euro, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 28,25 con obiettivo molto vicino al livello 27. L’impostazione algoritmica, comunque, vede i prezzi stazionare ancora al di sotto dell’indicatore Supertrend mentre sia l’indicatore Parabolic Sar che la media mobile a 25 sono diventati ribassisti a inizio giugno. Anche l’indicatore Macd ha appena incrociato il proprio Signal. Inoltre, è da segnalare come l’oscillatore RSI sia posizionato nell’area di “neutralità” vicino al livello 37.


L’andamento di breve termine del titolo ITALMOBILIARE

AUTORE

Picture of Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi, trader specializzato nella negoziazione per conto proprio di futures, azioni ed ETF, italiani ed esteri, sia con strategie discrezionali che quantitative. È autore di alcune pubblicazioni sulle tecniche di trading, organizza periodicamente corsi di formazione ed è stato più volte relatore nei principali convegni dedicati alla finanza e agli investimenti sia in Italia che all’estero. Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche. Offre anche servizi di consulenza generica.

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *